Monday, September 21, 2020
Home Corona Virus Briefing sul coronavirus: cosa è successo oggi

Briefing sul coronavirus: cosa è successo oggi


Funzionari della sanità pubblica e aziende private hanno cercato freneticamente di dire al pubblico di non ingerire o iniettare disinfettanti dopo che il presidente Trump, durante la sua conferenza stampa quotidiana di giovedì, ha suggerito che una “iniezione all’interno” del corpo umano con un disinfettante come candeggina o isopropile l’alcol potrebbe aiutare a combattere il virus.

Stanno facendo investimenti start-up legati a Covid. Hanno un blog chiamato The Prepared, con funzionalità come “Elenco di controllo per i principianti”.

Dopo aver guardato questi cosiddetti prepper razionali per anni, Nellie è diventata lei stessa a gennaio, influenzata dall’argomento di The Prepared secondo cui prepararsi per una crisi sanitaria presto potrebbe significare che un minor numero di pazienti ha bisogno di risorse sanitarie in seguito.

“Il momento in cui hai iniziato a prepararti per la crisi del coronavirus è ora forse la credenziale più popolare nella Silicon Valley”, scrive.

I creatori di tecnologia sono praticati nella caccia di opportunità di disturbo, e sono impegnati a farlo ora. Ma con così tanto di ciò che resta dell’economia americana che si accumula nei loro servizi, dai fitness tracker allo streaming alle app di consegna, vedono anche un nuovo pericolo, scrive Nellie: una maggiore disuguaglianza che potrebbe portare a conflitti sociali a livello di rivoluzione.

Se più persone hanno avuto il virus, significa che il suo tasso di mortalità è inferiore. Questa è solo matematica. Abbiamo un’idea decente di quante persone sono morti dal virus. Se il pool totale di persone che lo hanno avuto è maggiore di quanto suggerito dalle prime stime, le probabilità che ogni singolo paziente ne muoia sono, per definizione, più piccole – più vicine a circa lo 0,5 percento in media, invece del 3 o 4 percento, come inizialmente sembrava possibile.

Ma mentre trascorrevo un po ‘di tempo a parlare con gli esperti di salute pubblica questa settimana, il mio ottimismo è svanito. Le nuove statistiche suggeriscono ancora che il bilancio complessivo delle vittime potrebbe essere catastrofico e nella fascia alta dell’intervallo vari modelli statistici.

Come potrebbe essere? Ci sono due ragioni principali.

Uno, il fatto che un numero maggiore di persone abbia già avuto il virus suggerisce anche che è più contagioso di quanto suggerito dai numeri iniziali – che una persona con il virus tende a passarlo a un numero maggiore di altri. E se è più contagioso, potrebbe essere più difficile da contenere nei prossimi mesi. Quando la società inizia a riaprire, il virus potrebbe diffondersi più rapidamente. Il numero di americani che lo ottengono prima dello sviluppo di un vaccino sarebbe quindi maggiore.

Due, anche se il tasso di mortalità è inferiore a quanto temuto, è comunque molto alto. “È ancora, con queste nuove scoperte, molte volte più mortale dell’influenza”, Fiumi di Caitlin, mi ha detto un ricercatore epidemico alla Johns Hopkins University. La migliore ipotesi attuale è che il tasso di mortalità per coronavirus è circa cinque volte superiore a quello dell’influenza stagionale.

Alcuni calcoli di base mostrano quanto sia spaventoso un tasso di mortalità dello 0,5 percento. Se alla fine circa un americano su tre dovesse ottenere il virus – o 110 milioni di persone – ne moriranno oltre 500.000. Se 200 milioni di persone lo ottengono, 1 milione morirebbe.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments