Friday, September 25, 2020
Home Corona Virus Briefing sul coronavirus: cosa è successo oggi

Briefing sul coronavirus: cosa è successo oggi

  • Il bilancio delle vittime globale ha superato le 100.000 unità, con oltre 1,6 milioni di casi confermati.

  • Il presidente Trump ha posto la questione di quando allentare le linee guida sul distanziamento sociale “la più grande decisione che io abbia mai preso”.

  • L’Organizzazione Mondiale della Sanità inizierà presto i test sugli anticorpi su larga scala in più paesi.

  • Leggi gli ultimi aggiornamenti: Mondo | Stati Uniti | New York | Attività commerciale


Nuove proiezioni federali mostrano che gli ordini casalinghi, le chiusure scolastiche e il distanziamento sociale riducono notevolmente le infezioni del coronavirus. Ma se le restrizioni venissero revocate dopo 30 giorni, dicono gli esperti, ciò porterebbe a un drastico aumento dei casi.

Per stati come New York, Massachusetts e Illinois, che hanno ordinato restrizioni a fine marzo, questo picco sarebbe arrivato da metà a fine estate, secondo le proiezioni.

“È importante ricordare che non è il momento di sentire che, dal momento che abbiamo compiuto progressi così importanti nel successo della mitigazione, dobbiamo assolutamente ritirarci”, ha dichiarato il dott. Anthony Fauci, esperto di malattie infettive e membro della task force del coronavirus della Casa Bianca, ha detto venerdì.

Le proiezioni, che sono state preparate dai Dipartimenti di sicurezza nazionale e Salute e servizi umani, offrono un argomento che fa riflettere per le continue restrizioni:

  • Senza alcuna mitigazione, afferma la proiezione, il bilancio delle vittime del coronavirus avrebbe potuto raggiungere i 300.000.

  • Se i funzionari revocano gli ordini di domicilio dopo 30 giorni, si stima che il totale dei decessi raggiungerà i 200.000 – anche se le scuole restano chiuse, le persone lavorano in remoto e le distanze sociali continuano.

Le restrizioni alla fine devono essere revocate, ovviamente, e il dottor Fauci ha notato che senza dubbio seguirà un aumento dei casi. Ma le nuove proiezioni mostrano quanto sarà cruciale la tempistica.

“I fatti determineranno ciò che facciamo”, ha dichiarato venerdì il presidente Trump, desideroso di riavviare l’economia. “Speriamo di riuscire a rispettare una determinata data. Ma non faremo nulla fino a quando non sapremo che questo Paese sarà sano. Non vogliamo tornare indietro e ricominciare da capo. “

Se non ora quando? Il Times Magazine ha chiesto a cinque esperti – tra cui un bioeticista, un economista e un leader dei diritti civili – delle considerazioni morali ed etiche che andranno a decidere riprendere i soliti ritmi della vita americana.


Il Times offre accesso gratuito a gran parte della nostra copertura di coronavirus e la nostra newsletter di Coronavirus Briefing – come tutte le nostre newsletter – è gratuita. Ti preghiamo di considerare di sostenere il nostro giornalismo con un abbonamento.


Mentre gran parte del mondo ha messo in atto misure draconiane per combattere i focolai, la Corea del Sud e l’Islanda hanno evitato di farlo – e hanno trovato un certo grado di normalità che rimane un sogno lontano per la maggior parte dei paesi.

Il successo della Corea del Sud nella gestione dell’epidemia è noto: dopo una prima esplosione di casi, ha impiegato test rapidi e diffusi e tracciabilità dei contatti. Attualmente ci sono meno di 50 nuovi casi confermati al giorno.

Il paese ha fatto così tanti progressi che venerdì ha proceduto alle elezioni nazionali. A differenza delle primarie del Wisconsin di questa settimana, i seggi elettorali in Corea del Sud hanno seguito tutte le precauzioni estese: dopo che gli elettori hanno aspettato a intervalli di un metro e sono stati tenuti a prendere le loro temperature, utilizzare un disinfettante per le mani e indossare guanti usa e getta per votare.

L’Islanda, il cui scoppio è iniziato molto più tardi rispetto alla Corea del Sud, sta cercando di seguire un percorso simile, con l’obiettivo di testare ogni singola persona nel paese.

Le scuole primarie, i centri diurni e alcuni ristoranti rimangono aperti e ai turisti è ancora consentito l’ingresso. Circa un decimo dei 360.000 abitanti dell’isola nordica era stato testato a partire da mercoledì mattina.

I critici affermano che non ci sono risorse sufficienti per testare opportunamente l’intero paese e molti hanno avvertito che un falso senso di ottimismo potrebbe portare a conseguenze disastrose.

Ma l’assistente del direttore della salute islandese ha affermato che i funzionari ritengono che il conteggio dei casi – 1.675 – abbia già raggiunto il picco e che ora più persone si stiano riprendendo che essere infettate.


Determinare quando gli americani saranno in grado di tornare a scuola o al lavoro potrebbe dipendere su qualcosa chiamato test anticorpale. Ecco cosa sappiamo – e cosa no – su questi test.

Che cos’è un test anticorpale?

Quando il tuo corpo incontra un virus, innesca una risposta immunitaria e produce anticorpi. Il test cerca segni di quella risposta – in questo caso, gli anticorpi che sembrano combattere il coronavirus.

Sono abbastanza sicuro di avere già il coronavirus. Posso fare un test e tornare al lavoro?

Non ancora. La maggior parte di questi test offre una semplice risposta sì-no alla domanda su chi abbia gli anticorpi. Ma il semplice fatto di avere anticorpi non garantisce l’immunità: se avessi sintomi lievi o assenti, ad esempio, potresti non aver sviluppato anticorpi abbastanza forti da prevenire la reinfezione.

Quando saranno ampiamente disponibili questi test?

Il dottor Fauci ha dichiarato alla CNN stamattina che ne sarebbero disponibili altri negli Stati Uniti entro una settimana circa e che l’Organizzazione mondiale della sanità sta pianificando di testare un gran numero di persone in più paesi. Alcuni test sono già disponibili, in particolare nei progetti di ricerca e negli ospedali, ma non è chiaro quanto siano affidabili.

Quanto tempo durerebbe l’immunità?

Non lo sappiamo. Ma se il coronavirus è come altri virus, potrebbe essere compreso tra uno e otto anni.



Divertiti: I nostri scrittori di cultura offrono suggerimenti su musica, teatro e altro da sperimentare a casa questo fine settimana.

Non innamorarti di questi miti: I guanti non ti proteggeranno come potresti pensare, e non c’è bisogno di fare scorta di vitamina C.

Ospita una riunione di famiglia: Tutti nella tua famiglia non amano gli altri adesso? Forse è tempo di una riunione di famiglia. Ecco come ospitarne uno di successo.

Indossa una maschera mentre corri: Anche se l’esercizio fisico all’aperto è probabilmente sicuro con o senza maschera, la maggior parte di noi dovrebbe probabilmente coprirsi il viso. La nostra rubrica Ask Well ha risposto ad altre domande sull’allenamento e sulle maschere per il viso.


Il Times sta raccogliendo le storie di persone morte nella pandemia. Eccone alcuni di questa settimana.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments