Sunday, November 29, 2020
Home Gli sport Come Balbir Singh ha ispirato l'India alla corona della Coppa del mondo...

Come Balbir Singh ha ispirato l’India alla corona della Coppa del mondo di hockey

Veterano dell'hockey per tre volte medaglia d'oro olimpica Balbir Singh Sr

Veterano dell’hockey per tre volte medaglia d’oro olimpica Balbir Singh Sr
Credito di immagine: PTI

Tale era l’influenza di Balbir Singh Sr, che poteva ispirare una squadra alla vittoria anche senza raccogliere un bastone da kockey.

Il grande hockey ha guidato una squadra nazionale “demoralizzata” dell’India verso il suo primo e unico trionfo in Coppa del Mondo nel 1975.

Tutto quello che Singh ha dovuto fare è stato offrire un pep talk durante la colazione mentre gestiva la squadra guidata da Ajit Pal Singh, che comprendeva anche Ashok Kumar, figlio del maggiore Dhyan Chand, il mago originale dell’hockey con cui Singh è stato confrontato durante la sua carriera. E perché no, erano entrambi tre volte medaglie d’oro olimpiche ma appartenevano a epoche diverse.

Torna ai Mondiali del 1975 e non stava andando per il verso dell’India.

Una sconfitta per 2-1 contro l’Argentina nelle fasi di campionato aveva quasi schiacciato le possibilità della squadra, ma fu allora che “l’uomo-manager” Singh, morto a 96 a Mohali dopo una malattia prolungata lunedì, è entrato.

“Avevamo il cuore spezzato, ma fu allora che Balbir Singh Sr ci portò fuori a colazione insieme all’allenatore Gurcharan Singh Bodhi e motivò individualmente ogni giocatore”, ha ricordato Ajit Pal in una conversazione con PTI.

“Ci ha semplicemente detto di dimenticare la partita di ieri e di concentrarci sulla Germania occidentale. Ci ha detto che abbiamo le capacità per battere la Germania con due obiettivi e concentrarci semplicemente sul nostro obiettivo. ”.

Ajit Pal ha detto che la morte di Singh è stata come la perdita di una figura paterna per lui.

“La sua dedizione per l’hockey e le sue capacità di gestione dell’uomo erano incomparabili”, ha detto. “Se Dada Dhyan Chand era un pilastro dell’hockey indiano prima dell’indipendenza, Balbir Singh Sr era l’altro pilastro nell’era post-indipendenza”.

Tornando a quella che sembrava una partita difficile, Ajit Pal ha detto che la squadra ha debitamente risposto al discorso di Singh.

La sua dedizione per l’hockey e le sue abilità manageriali erano incomparabili

– Ajit Pal Singh

L’India ha sconfitto la Germania occidentale per 3-1 per qualificarsi per le semifinali, dove ha battuto i padroni di casa per 3-2 contro i tempi supplementari per stabilire un appuntamento finale con gli arcivali del Pakistan.

Nello scontro al vertice, l’India ha sconfitto il Pakistan per 2-1 rivendicando il primo titolo di Coppa del Mondo.

L’obiettivo vincente per l’India è venuto dal bastone di Ashok Kumar.

Kumar ha ricordato quanto Singh sia stato devastato quando l’India ha perso con il Pakistan nelle semifinali della Coppa del Mondo inaugurale nel 1971. La vittoria contro gli arcivale quattro anni dopo è stata la redenzione per la leggenda.

Singh era l’allenatore della squadra indiana che si stabilì per un bronzo nella Coppa del Mondo del 1971.

“Era la stella più luminosa dell’hockey indiano, un giocatore a cui tutti guardavamo. Ricordo ancora quanto piangesse gravemente nella sua camera d’albergo “, ha detto Kumar.

Kumar si rifiutò di fare un confronto tra Singh e suo padre, affermando che entrambi erano i sostenitori delle loro epoche.

“Non è giusto confrontare i due. Entrambi sono gioielli dell’hockey indiano e la loro eredità continuerà “, ha detto.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments