Friday, October 30, 2020
Home Corona Virus Coronavirus e spiagge: posso godermi in sicurezza il sole, il surf e...

Coronavirus e spiagge: posso godermi in sicurezza il sole, il surf e la sabbia?

Mentre le temperature di arrampicata annunciano il ritorno dell’estate, le città e gli stati degli Stati Uniti stanno iniziando il processo di riapertura forzato. In molti posti, ciò significa la possibilità di tornare in spiaggia. Spiagge dello stato del Texas è stato ordinato di riaprire il 1 maggio; ora spiagge statali in Florida, Oregon e California lo sono anche iniziando a riaprire. Sulla costa orientale, New York, New Jersey, Delaware e Connecticut recentemente annunciato prevede di riaprire le spiagge statali entro il weekend del Memorial Day, anche se con limiti di capacità e altre misure. (Le città, le contee e altri comuni possono avere restrizioni diverse; le 14 miglia di spiagge pubbliche di New York City, ad esempio, rimangono chiuse.)

Per coloro che sono preoccupati per la loro sicurezza durante la pandemia di coronavirus, l’attuale consenso è che le attività all’aperto socialmente distanti sono alcuni dei modi più sicuri per interagire nuovamente con il mondo.

Professor Linsey Marr, un professore di ingegneria della Virginia Tech specializzato nella trasmissione aerea di malattie infettive, concorda sul fatto che una visita in spiaggia dovrebbe andare bene, purché tu sia in grado di mantenere le distanze sociali.

Ma nessuna attività sarà completamente priva di rischi.

“I passi che fai non saranno tutti uguali; dipende dalla tua tolleranza al rischio individuale “, ha detto il dottor Adalja.

Ecco cinque cose da tenere a mente quando si pianifica una giornata in spiaggia.

Arrivarci

Come la maggior parte delle cose al tempo di Covid-19, le regole che regolano l’accesso alla spiaggia, l’uso e la sicurezza cambiano frequentemente e probabilmente differiscono a seconda del tuo stato, città e persino della tua spiaggia.

“Siamo in un posto molto dinamico in questo momento in termini di accesso alla spiaggia”, ha detto il dott. Chad Nelsen, amministratore delegato di Fondazione Surfrider, un’organizzazione no profit che è stata compilazione di risorse e fornire raccomandazioni per quanto riguarda la qualità dell’acqua e la sicurezza della spiaggia rispetto a Covid-19. Il gruppo lavora anche con le comunità costiere per l’apertura sicura delle spiagge.

Inizia imparando le normative della tua zona e della tua spiaggia accedendo ai siti web governativi della tua città o contea. E considera quanto è lunga la tua area locale in termini di riapertura.

“Se la tua comunità è ancora in modalità di mitigazione attiva, pianifica di essere più cauto”, ha affermato Christine Stratton, presidente e amministratore delegato della National Recreation and Park Association, un’organizzazione senza scopo di lucro che ha recentemente pubblicato linee guida per riaperture graduali di spazi pubblici, comprese le spiagge.

Dovresti aspettarti nuove regole in questa stagione. Il picnic potrebbe essere consentito o l’accesso alla spiaggia potrebbe essere solo per svago. Potrebbero essere necessarie maschere e le voci potrebbero essere temporizzate. Parcheggi, bagni pubblici e banchi di concessione possono o meno essere aperti o offrire un accesso limitato.

Altre risorse da toccare includono siti Web per i parchi e le strutture ricreative o sanitarie locali, il gestore della spiaggia locale o il tuo dipartimento locale del bagnino.

Le varie normative sono dovute alla diversità delle spiagge negli Stati Uniti e alla probabilità di folle.

“Il contesto locale è importante”, ha detto il dott. Nelsen. “La costa degli Stati Uniti è estremamente varia in termini di geografia e popolazione. Potresti andare in Oregon, o nella California del Nord, e stare in spiaggia tutto il giorno da solo. Le spiagge urbane nel sud della California o Miami sono una storia diversa. “

Spiagge densamente affollate rendono più difficile il mantenimento di sei piedi di distanza e aumentano la probabilità di un’esposizione più prolungata al virus. Potrebbe essere necessario navigare in un parcheggio affollato o prendere uno stretto sentiero o una scala per accedere alla sabbia.

“Esprimi un giudizio informato:” Sembra che la spiaggia sia affollata? ” Disse la signora Stratton. “Se ti stai avvicinando a una spiaggia e il parcheggio è pieno, la nostra raccomandazione è di trovare un luogo meno popolato.”

Il professor Marr suggerisce di esaminare le spiagge in anticipo tramite una webcam, se possibile, per valutare la folla.

Sicurezza a terra

Mantenere le mani pulite, evitare di toccarsi il viso e, naturalmente, mantenere almeno sei piedi di distanza sociale è fondamentale in spiaggia come in qualsiasi altro luogo.

“Se si tratta di una spiaggia affollata con persone che giocano o si mescolano con altre parti, c’è sempre il rischio di trasmissione”, ha detto il dottor Adalja. “Ci saranno persone che ritengono che il rischio sia accettabile, altri che non lo fanno, soprattutto nelle popolazioni a rischio”.

La corrente di Surfrider raccomandazioni incoraggiare i bagnanti a “mantenerlo in movimento”. Il N.R.P.A. allo stesso modo raccomanda che, in questi primi giorni di riapertura, è più sicuro pianificare visite brevi e guidate dalla ricreazione.

“Se stai nuotando o remando, camminando o correndo, sarà più facile evitare la folla affollata di asciugamani da spiaggia a asciugamani”, ha detto il dott. Nelsen. Una politica di sola ricreazione è attualmente in atto nella contea di Los Angeles; politiche simili tendono a vietare ai bagnanti di portare sedie, ombrelloni, refrigeratori, barbecue e altri attrezzi (di nuovo, controlla lo stato più recente sulla tua spiaggia locale prima di andare).

Il dottor Adalja concorda sul fatto che essere in movimento è, soprattutto, una proposta più sicura: “Se le persone corrono l’una accanto all’altra, il virus non può trasportare magicamente da una persona all’altra”, ha detto, osservando che il rischio più elevato per l’esposizione viene dalla spesa ovunque da 10 a 30 minuti entro sei piedi da un’altra persona.

Quando sei dentro e vicino all’acqua, potrebbe esserci meno bagnini del solitoo nessuno.

“Molti dei nostri parchi e agenzie di recitazione stanno già incidendo sui tagli di bilancio, c’è il rischio reale di non essere in grado di gestire il personale delle spiagge con i necessari bagnini di salvataggio”, ha affermato Stratton. “Potrebbero esserci continue chiusure della spiaggia, sia per motivi di salute pubblica, sia per limitazioni di personale, reclutamento e formazione.”

“Stiamo cercando di mantenere i bagnini sugli spalti il ​​più possibile e in un luogo sicuro e socialmente distante”, ha dichiarato Tom Gill, vice presidente del Associazione di salvataggio degli Stati Uniti. “Meno devono interagire con il pubblico, soprattutto in una situazione di emergenza, più sicuri saranno tutti”.

Mentre molto sulla trasmissibilità del coronavirus rimane poco chiara, la trasmissione per via navigabile sembra essere meno probabile.

Per quanto riguarda le altre superfici che potresti incontrare in spiaggia, come sedie a sdraio a noleggio e kayak, o persino giocattoli da spiaggia, la signora Stratton raccomanda cautela sotto tutti gli aspetti.

“Sconsigliamo vivamente di condividere le attrezzature al di fuori della tua famiglia – lanciando un frisbee o lanciando una palla in giro”, ha detto. “Prima di noleggiare l’attrezzatura, poni la domanda: questo oggetto è stato pulito e disinfettato tra un utilizzo e l’altro? In caso contrario, la raccomandazione sarebbe di non utilizzare l’attrezzatura. “

Le tue sedie non dovrebbero essere un fattore di rischio immediato – supponendo che si possano mantenere sei piedi di distanza sociale – poiché non ci sono prove che indicano una facile trasmissione nella sabbia. Per sicurezza, pulisci le attrezzature da spiaggia con disinfettanti domestici quando torni a casa.

E porta anche a casa la tua spazzatura. Materie plastiche monouso sono in aumentoe le spiagge stanno subendo il colpo – dopo che alcuni in Florida hanno riaperto, quasi 12.000 libbre di spazzatura sono stati lasciati indietro secondo le notizie. Ma le pandemie non rendono irrilevanti le preoccupazioni ambientali. Se non vi è alcuna raccolta di rifiuti o sembra essere sopraffatta, porta la tua spazzatura a casa con te per smaltirla di conseguenza.

“I nostri comuni saranno incredibilmente sfidati dal punto di vista del budget”, ha affermato Stratton. “Invece di lasciare la spazzatura in recipienti che traboccano, fai la tua parte ed eseguila.”

I bagni pubblici sono un argomento difficile in questi giorni. Hanno superfici high-touch, spesso condivise e alcuni rapporti citare anche una possibilità di trasmissione tramite un “pennacchio” di aerosol.

Le raccomandazioni dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie per i bagni pubblici comprendono linee guida per la pulizia e la disinfezione regolari, servizi igienici operativi e prodotti per il lavaggio delle mani ben forniti. Ma i bagnanti dovrebbero controllare le strutture quando arrivano per la prima volta, per vedere se i bagni sono puliti e possono consentire l’allontanamento sociale.

“Naturalmente, stiamo raccomandando che i comuni, i parchi e le attività ricreative mantengano le strutture, ma i bagnanti non dovrebbero presumere che sia così”, afferma la signora Stratton del N.R.P.A. disse.

È sempre saggio portare disinfettanti per le mani e salviette disinfettanti, indossare una maschera, chiudere il coperchio del gabinetto quando si sciacqua, se possibile, e lavarsi accuratamente le mani.

Il corso più sicuro: mantieni la tua visita in spiaggia abbastanza breve da non dover utilizzare i bagni pubblici: usa il bagno e indossa il costume da bagno prima di uscire di casa.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments