Tuesday, December 1, 2020
Home Gli sport Cosa succede ora per il cricket nel 2020? Quattro domande chiave

Cosa succede ora per il cricket nel 2020? Quattro domande chiave

 Una vista del più grande stadio di cricket del mondo, il Motera, che sarà inaugurato dal Primo Ministro Narendra Modi e dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump durante la sua visita, ad Ahmedabad
Credito di immagine: ANI

Londra: il coronavirus potrebbe aver colpito poco prima dell’inizio della stagione inglese del cricket ma minaccia di avere importanti implicazioni per il gioco in tutto il mondo.

Funzionari inglesi credono ancora di poter inserire un programma internazionale completo di tre serie di test contro le Indie occidentali e il Pakistan, così come gli internazionali di un giorno con Australia e Irlanda, in una stagione che non inizierà prima del 1 ° luglio .

Ma ora c’è un’aspettativa che le partite dovranno essere giocate a porte chiuse, almeno a breve termine, come un modo per fermare la diffusione di COVID-19.

Ciò consentirebbe comunque all’Inghilterra e al Galles Cricket Board di onorare i lucrosi contratti di trasmissione ed evitare lo scenario da incubo di una stagione completamente spazzata che potrebbe costare all’organizzazione 380 milioni di dollari (463 milioni di dollari).

Ecco uno sguardo alle questioni chiave che affrontano il cricket in mezzo alla pandemia:

Le squadre andranno in tournée?

■ Le Indie occidentali e il Pakistan, due dei grilli meno abbienti delle squadre più importanti, hanno entrambi emesso rumori incoraggianti sul tour in Inghilterra, soggetti a problemi di salute e sembrano pronti a tenere conto di una quarantena di 14 giorni all’arrivo in Gran Bretagna, a causa delle normative del governo britannico , nella loro pianificazione.

Le partite sono programmate per essere giocate in luoghi “bio-sicuri” come Ageas Bowl dell’Hampshire o Old Trafford che dispongono di hotel in loco.

“Stiamo cercando di arrivare in Inghilterra all’inizio di luglio per poter completare la quarantena”, ha dichiarato l’amministratore delegato del Pakistan Cricket Board Wasim Khan.

L’Australia doveva interpretare tre Twenty20 e tre internazionali di un giorno a luglio, ma potrebbe ritardare la loro visita a fine stagione dopo aver visto come le serie delle Indie Occidentali e del Pakistan usciranno.

“Ovviamente non metteremo a repentaglio la sicurezza dei giocatori”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Cricket Australia Kevin Roberts al Sydney Daily Telegraph.

“Ma il miglior test di questo è il tour dell’Inghilterra dell’India occidentale e del Pakistan prima che dovremo andare in tournée. Speriamo che vadano senza intoppi.”

Come sarà il cricket?

■ Anche se una serie riprogrammata tra l’Inghilterra e le Indie occidentali inizierà a luglio, il gioco stesso avrà un aspetto molto diverso.

Non solo non ci saranno spettatori, ma le celebrazioni sul wicket come “high fives” saranno messe al bando secondo le linee guida dell’International Cricket Council emesse la scorsa settimana.

Agli arbitri è stato anche chiesto di indossare i guanti per ridurre al minimo il rischio di infezione, poiché i giocatori di bowling non consegnano più il cappello e il maglione agli ufficiali per lo stesso motivo.

Un’altra misura “provvisoria”, che richiede ancora l’approvazione in una votazione di giugno, vedrebbe vietato ai giocatori di bowling di usare la saliva per far brillare la palla per favorire lo swing, anche se sarà comunque loro permesso di applicare il proprio sudore.

Le restrizioni di viaggio potrebbero vedere per la prima volta due umpires di una nazione madre in un Test dal 1994, quando la CPI iniziò a muoversi verso funzionari neutrali per contrastare le accuse di parzialità.

Il comitato per il cricket dell’ICC ha anche affermato che la scorsa settimana a ogni squadra dovrebbe essere assegnata una revisione DRS aggiuntiva per inning.

Nel frattempo, Chris Broad, l’unico inglese nel gruppo di arbitri d’élite dell’ICC, potrebbe dover officiare in partite che coinvolgono suo figlio Stuart, il giocatore di bocce veloce dell’Inghilterra.

Cosa succederà ai Mondiali di calcio 20 e IPL?

■ Una riunione del consiglio dell’ICC di giovedì 28 maggio potrebbe vedere la Coppa del Mondo Twenty20 maschile, che si terrà in Australia dal 18 ottobre, rimandata.

I problemi di volo in 16 squadre in Australia possono essere motivo sufficiente per ritardare l’evento di un anno.

Ciò consentirebbe al franchising già rinviato della Premier League indiana, la più ricca competizione T20 del mondo, di andare al suo posto.

Manoj Badale, un proprietario parziale dei Rajasthan Royals, ha dichiarato al Daily Telegraph del mese scorso: “Nessun IPL (nel 2020) sarebbe una grande perdita di $ 600 milioni per l’economia globale del cricket”.

Il direttore del cricket sudafricano Graeme Smith ha chiesto all’India Sourav Ganguly, un ex ex capitano del Test, di diventare il prossimo presidente dell’ICC.

I Proteas, duramente colpiti dal basso valore del rand sudafricano, sperano di ospitare una serie T20 a tre partite contro l’India ad agosto.

Cosa significa questo per il cricket femminile?

■ Il gioco femminile ha cavalcato la cresta dell’onda dopo che una folla di oltre 86.000 persone a Melbourne ha visto gli ospiti australiani battere l’India nella finale della Coppa del Mondo T20 a marzo, poco prima che lo sport globale andasse in blocco.

Ma Clare Connor, amministratore delegato del cricket femminile della BCE, ha ammesso che la sua parte del gioco potrebbe dover essere sacrificata completamente affinché le partite maschili più redditizie possano andare avanti in questa stagione.

Ma ci sono speranze che una serie con il Sudafrica possa ancora svolgersi a settembre.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments