Friday, September 25, 2020
Home Gli sport COVID-19: IPL 2020 posticipato "per ora" dopo l'estensione del blocco

COVID-19: IPL 2020 posticipato “per ora” dopo l’estensione del blocco

Sarà una sfida ardua per il Consiglio direttivo della Premier League indiana, incluso il presidente della BCCI, Sourav Ganguly, organizzare il campionato quest’anno.
Credito di immagine: fornito

Dubai: l’IPL 2020 è precipitato in ulteriore incertezza quando sabato il governo indiano ha esteso fino al 30 aprile il blocco a livello nazionale nel tentativo di appiattire la curva crescente dei casi di coronavirus nel paese.

” A partire da ora, la lega è rimandata poiché le priorità della nazione sono ora diverse. Esamineremo se una finestra sarà disponibile entro la fine di settembre-ottobre se ci saranno cambiamenti nelle date del World T20 “, ha detto un alto funzionario del Board of Control for Cricket in India (BCCI).

L’International Cricket Council (ICC) spera che la Coppa del Mondo T20 in Australia possa proseguire come previsto dal 18 ottobre al 15 novembre, anche se il governo australiano ha sigillato i confini del paese fino al 19 settembre.

Parlando di sondaggi sull’anonimato, il funzionario del consiglio ha affermato che qualsiasi altra opzione – come una finestra di luglio giocando partite al chiuso per le emittenti – è “non fattibile” in quanto non vi è alcuna garanzia se lo stato della pandemia si attenuerà a quel punto.

In un tweet significativo, l’ex capitano dell’Inghilterra Michael Vaughan ha suggerito su Twitter: “Vorrei giocare a un torneo di 5 settimane da settembre a ottobre includendo tutti i giocatori come riscaldamento per il WC T20”.

È una sfida senza precedenti di fronte al BCCI, poiché l’IPL è stata la loro più grande mucca da soldi negli ultimi dieci anni, mentre le schede di cricket che rilasciano i loro giocatori sono anche ben compensate dal board.

Se alla fine l’IPL venisse cancellato, le emittenti Star India perderebbero il ritmo di Rs 3269,50 crore, con loro che hanno acquistato il diritto per Rs 16.347 crore nel 2018 per cinque anni. Ci sarebbero perdite di entrate anche dagli sponsor del titolo, per la somma di Rs 400 crore da VIVO.

All’inizio della giornata, Madan Lal, un membro della squadra indiana vincitrice della Coppa del Mondo del 1983 e ora membro del neo-nominato Comitato consultivo per il cricket (CAC), sentiva che non aveva senso giocare partite prima delle tribune vuote.

“IPL è un grande marchio. Ma il consiglio può prendere una decisione solo quando la situazione migliora e il coronavirus scompare. Al momento, è sul palco. Quindi, nessuno correrà alcun rischio “, ha detto Lal in un’intervista.

“Non ha senso giocare partite IPL davanti a bancarelle vuote. Non si tratta solo di giocatori e fan, ma anche di altre persone che sono anche coinvolte nel processo mentre viaggiano, organizzano, trasmettono, ecc. “, Ha aggiunto.

Il funzionario della BCCI ha detto che il consiglio di amministrazione sta ancora elaborando il suo successo in caso di annullamento dell’evento, ma ha avvertito di un significativo “danno collaterale” per le emittenti e gli sponsor qualora non fosse detenuto.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments