Friday, December 4, 2020
Home Gli sport COVID-19: l'arciere indiano Para Harvinder trasforma la fattoria in un campo pratica

COVID-19: l’arciere indiano Para Harvinder trasforma la fattoria in un campo pratica

Tiro con l'arco

Harvinder Singh, il miglior arciere del Para in India, si era esercitato nella sua fattoria lontano dalla folla.
Credito di immagine: IPC

Dubai: Vi sono abbastanza dubbi sul fatto che le Olimpiadi di Tokyo 2020 e le Paralimpiadi possano essere organizzate alla fine il prossimo anno, ma ciò non può davvero far vacillare l’asso dell’asso indiano Harvinder Singh dal suo sogno di una medaglia paralimpica.

Il blocco a livello nazionale per la pandemia COVID-19 potrebbe aver gettato il suo programma di allenamento in disordine, ma il 28enne ha trasformato la sua fattoria in un remoto villaggio di Ajitnagar, Haryana, in un luogo di pratica bersaglio.

È quasi una seconda natura per Singh, che ha sofferto di una menomazione alla gamba da bambino a seguito di un effetto collaterale di un’iniezione di febbre dengue, guardare il lato positivo delle cose. “È difficile non seguire la solita routine quotidiana, interrompere l’allenamento e rimanere in casa. Ma come individuo responsabile dobbiamo essere al sicuro.

“Dobbiamo guardare al lato positivo, ora abbiamo ancora un anno per allenarci duramente ed essere meglio preparati e raggiungere i nostri obiettivi”, ha detto Singh, aggiungendo che ha lanciato circa 150 frecce ogni giorno.

Parlando al sito web del Comitato Paralimpico Internazionale, Singh, che ha vinto la prima medaglia d’oro in assoluto in India nel tiro con l’arco di Para agli Indonesia Para Games (APG) dell’Indonesia 2018, ha dichiarato: “Ho modificato la mia routine di allenamento e ora mi sto concentrando sulle riprese e allenamento fisico. Oltre alle riprese, mi alleno con i miei esercizi di rinforzo, condizionamento ed esercizi fisici durante le sessioni serali. ”

“Prima degli Asian Para Games, nessuno mi conosceva. Ero felice di essere stato all’altezza delle mie promesse e al di sopra delle aspettative di tutti “, ha dichiarato Singh, aggiungendo che ha dedicato quattro anni di incessante sforzo alla ricerca dell’oro.

“È stata una delle fasi più difficili della mia vita; Avevo perso mia madre 20 giorni prima dei Giochi. Ma ho continuato a concentrarmi e non ho mai deluso le mie motivazioni e ho dato il massimo. Sebbene avessi lavorato molto, la medaglia d’oro era sicuramente una sorpresa ed era tutto per mia madre “, ha detto.

L’oro asiatico 2018, secondo Singh, è diventato il suo “pilastro della forza” e lo ricorda ogni volta che si trova in una situazione difficile e cerca di trarre motivazione da quel momento.

“Continuo a ripetermi – se riesci a riuscire in tempi così difficili. Perché non puoi adesso? “

L’anno scorso ai campionati di tiro con l’arco Fazza Para, l’arciere ebbe una campagna deludente dopo essersi schiantato all’inizio di Dubai.

“Mi aspettavo molto da me stesso in quell’evento e alla fine mi sono piegato sotto pressione. Ma poi ancora una volta è stato il mio spirito di APG 2018 a rafforzare la mia fiducia. Ho lavorato di più per ottenere il mio biglietto per Tokyo 2020 con un nono posto ai campionati mondiali di tiro con l’arco nei Paesi Bassi a giugno ”, ha rivelato Singh, che ha anche vinto un bronzo ai campionati asiatici di tiro con l’arco di Bangkok 2019.

Laureato in Economia e Commercio all’Università Punjabi, Singh fa ancora affidamento sul suo allenatore di lunga data Jiwanjot Singh Teja. “Lui (Jiwanjot) si è ora trasferito in Canada. Ma sono sempre in contatto con lui e cerco la sua guida. Per la forza mentale, è la persona giusta in quanto può sollevare la mia fiducia e mantenermi motivato. “

L’arciere è sostenuto da programmi di punta in India: l’Olympic Gold Quest (OGQ) e Target Olympic Podium Scheme (TOPS) e questo ha aggiunto stabilità finanziaria.

Alla domanda sul rinvio dei Giochi, Singh afferma in maniera concreta: “Sono rimasto un po ‘deluso perché mi sono allenato duramente, ma ora dobbiamo guardare avanti e andare avanti. Umidità e vento saranno i fattori chiave a Tokyo. Quanto meglio sarò in grado di combattere, questi due fattori decideranno il mio destino a Tokyo “, ha affermato Singh, che sta cercando di allenarsi in Europa per far fronte al vento, ma ciò può accadere una volta che le restrizioni di viaggio saranno allentate.

“Speravo di allenarmi in Europa prima dei Giochi e anche di prendere parte a due competizioni in Italia e Repubblica Ceca. Sarà anche importante fare pratica con la competizione prima dei Giochi. Avevo preparato la mia proposta di conseguenza. Ora, dobbiamo aspettare e guardare ”, ha firmato.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments