Friday, December 4, 2020
Home Divertimento Hollywood Creator Talks Dare vita al libro e altro - News Hat

Creator Talks Dare vita al libro e altro – News Hat

“Barkskins” sarà presentato in anteprima il 25 maggio su National Geographic. HL ha parlato con la creatrice Elwood Reid di dare vita al libro più venduto di Annie Proulx e di come questo spettacolo potrebbe durare per “più stagioni”.

Stai cercando un programma TV per riportarti in un altro momento? Non guardare oltre Barkskins. La serie limitata National Geographic sarà presentata in anteprima il 25 maggio. Lo spettacolo è basato sul New York Times’ romanzo di successo del vincitore del premio Pulitzer Annie Proulx è incentrato su un gruppo disparato di emarginati e sognatori che combattono per sfuggire al loro passato mentre navigano nelle brutali difficoltà alla frontiera, negli interessi in competizione e nella lealtà aggrovigliata al crocevia della civiltà: il Nuovo Mondo.

HollywoodLife parlato con il creatore Elwood Reid sull’adattamento dell’epopea di 700 pagine di Proulx per la TV. Barkskins esplora “un capitolo completamente sconosciuto della storia nordamericana” e al momento non c’è uno spettacolo simile in TV. Ha anche discusso delle donne del periodo e di come Marcia Gay Harden’s il personaggio è stato adattato per la serie limitata. Mentre lo spettacolo viene commercializzato come una serie limitata, Elwood ha detto che potrebbe espanderlo in una serie che potrebbe andare avanti per “più stagioni”. Leggi le nostre domande e risposte complete di seguito.

Perché hai voluto prendere ciò che Annie Proulx ha scritto e portarlo in TV?
Elwood Reid: Era un paio di cose. Prima di tutto, lo è Annie Proulx. Quando ti viene offerto un libro da Annie Proulx, presti attenzione. E poi Scott Rudin, che è un produttore e qualcuno con cui ho sempre ammirato e con cui volevo lavorare, era attaccato. E poi per di più, Carolyn Bernstein è un dirigente del National Geographic. Avevo lavorato con lei su Il pontee abbiamo questo fantastico rapporto di lavoro. Nat Geo voleva anche fare una programmazione funzionale, quindi ci sono solo molte cose interessanti per questo. Come romanziere e qualcuno che è sempre alla ricerca di materiale interessante, quando leggi il libro e lo guardi, quel programma TV non è là fuori. Per me è stato emozionante. Ti vengono offerti tutti i tipi di libri e sono mondi o temi molto familiari. Non c’era niente di simile là fuori. Quindi quella è stata sia una sfida da superare sia qualcosa che mi ha fatto eccitare ogni giorno quando mi stavo adattando. Il paese era stato insediato per oltre 100 anni quando abbiamo iniziato a stabilirsi in Occidente. Queste furono le prime persone che scesero in Nord America e Jamestown stava accadendo nello stesso periodo o un po ‘prima. È un capitolo completamente sconosciuto della storia nordamericana, che è un altro motivo per cui volevo farlo.

Dato che questo è un romanzo, cosa puoi dire delle differenze e delle somiglianze che vedremo nelle serie TV?
Elwood Reid: Il libro di Annie ha una portata enorme. Sono un romanziere. Sono molto prevenuto in quanto ogni volta che amo un libro, raramente voglio guardare un film o adattarlo. Soprattutto se cercano di aderire troppo. So che stiamo parlando di televisione, ma i libri sono un’ottima forma d’arte. Se ti innamori di un libro, è solo un affascinante e profondo teatro della mente, e non lo ricostruirai mai. Ma il libro di Annie mi ha dato una licenza perché ha attraversato diversi secoli. Sapevo di non poter realizzare uno show televisivo che durasse secoli, quindi mi sono concentrato sulle prime 100 pagine del suo libro. Nel fare ciò, ho dovuto creare alcuni nuovi elementi per aggiungere trama e aggiungere incidente in quelle prime 100 pagine. E questa cosa è nata, questa ibridazione del suo libro. Da alcuni dei temi inerenti al suo libro e alcuni dei temi che sono affascinato e dei personaggi che ho creato per inserirli, è stata un’esperienza straordinaria. So che non sarebbe stato possibile senza il progetto del suo libro.

Quel periodo era una società molto dominata dagli uomini. Cosa puoi dire del posto delle donne in questa società?
Elwood Reid: Lo sappiamo dalla storia ma la storia ora e in particolare poi è stata scritta da uomini. La maggior parte dei resoconti che hai a quel tempo erano scritti da sacerdoti gesuiti. Sono stati scritti da qualsiasi storico fosse presente e sono stati scritti da aziende e uomini d’affari che stavano monitorando gli andirivieni dell’area commerciale. Se prendi quel pregiudizio e rimuovi quel pregiudizio e guardi semplicemente fisicamente cosa stava succedendo lì, c’erano diverse cose che mi interessavano davvero in quel momento. Una era questa cosa interessante chiamata Filles du roi. Il Filles du roi era un programma francese per aiutare a popolare il Nuovo Mondo, coinvolgendo ragazze che erano o quarta e quinta figlia. Di ritorno in Europa, non avrebbero mai ereditato la terra o sposato. Andrebbero semplicemente al convento o servirebbero qualche funzione della famiglia. Erano commercianti di strada o, in alcuni casi, prostitute. Queste donne furono prese dalla chiesa e mandate attraverso l’oceano. Voglio dire, immagina ragazze di 14, 15, 16, 17, 18 anni che vengono in una nuova terra di cui non sanno nulla. La cosa interessante di quel periodo di tempo è quando sono venuti qui, come parte del programma, hanno potuto scegliere i loro mariti. In Europa a quel tempo, eri sposato da tuo padre per guadagnare terra o ottenere titoli. Quando queste ragazze sono venute qui, le scelte sono state cambiate. Quindi era pazzesco che dovessero venire a sposare un trapper puzzolente, ma almeno dovevano scegliere. È stato interessante La seconda cosa fu, in ogni lettura della chiesa laggiù, che arrivarono le ursoline ed erano la colla che teneva unita la società. Erano in questo ordine di suore che erano lì quando non c’era nulla lì. Stavano diffondendo le tribù dei nativi americani, alcune delle quali erano ostili nei loro confronti e altre molto aperte a loro. Stavano amministrando i soldati britannici, che stavano uccidendo i loro compagni francesi. Erano gli ospedali. Erano la fonte di tutto l’insegnamento e l’apprendimento che ha avuto luogo nella comunità. Questo non è in cima alla storia perché penso che i pregiudizi siano inseriti nella maggior parte delle storie dal punto di vista maschile. Ho avuto questa meravigliosa donna ricercatrice che mi ha dato così tante cose. Se guardi il personaggio di Mathilde, interpretato da Marcia Gay Harden, l’oste era il centro della città. Non c’era città senza di lei. Nutre tutti, intrattiene tutti. Era incredibilmente potente. Possedeva quella proprietà? No, l’ha fatto suo marito. Così ho progettato nella storia un modo per sbarazzarsi di suo marito in modo da poter vedere cosa è successo a una donna che poteva prendere proprietà e fare affari e che è successo. È successo durante quel periodo. Ero come andare in uno scavo archeologico cercando di trovare cose interessanti e non cercare di farcela attraverso l’obiettivo dei nostri tempi. Non voglio rivedere la storia, ma sento che le storie devono essere lì.

I personaggi Hamish e Yvon sollevano certamente molte domande quando guardano il trailer. Sembrano essere in qualche tipo di missione. Cosa puoi dire di quello che stanno cercando?
Elwood Reid: Penso che una delle cose che stavo cercando di fare sia importare una trama investigativa dell’occhio privato di oggi in un pezzo d’epoca, quindi quei ragazzi vengono a cercare il cognato scomparso. C’è un mistero di quello che è successo a questo ragazzo che è stato coinvolto in questo massacro. Mentre Goames e Yvon iniziano a esplorare questo mistero, come con ogni buona narrativa poliziesca o narrativa morale, la ricerca e la ricerca iniziano a ridursi e influenzare il ricercatore, il che significa Goames e Ivon. Vanno nel loro cuore di oscurità. Era qualcosa che avevo intenzionalmente pianificato, ma ad essere sincero con te, volevo solo avere un po ‘di guida nella storia. Volevo che tu andassi … Che diavolo stanno cercando questi ragazzi? E cosa succede quando lo trovano? Quando guardi la serie, non trovano una risposta facile. Trovano qualcosa di molto oscuro e molto oscuro in loro stessi. Non voglio dare troppo, ma questa è stata l’idea fin dal primo giorno.

Claude è anche una figura molto centrale in questa storia. E il suo arco nel corso della stagione?
Elwood Reid: Tornando alla lettura che ho fatto in quel momento, ogni posto è occupato da sognatori, uomini e persone pazzi che hanno visioni per costruire un regno. Questo è Trepagny. È un cattolico e un ragazzo facoltoso che pensa di costruire un impero in questo nuovo mondo. Allora, molta ricchezza era basata sulla terra. Ecco un ragazzo che diceva “Fottutamente, posso andare nel Nuovo Mondo e posso ottenere cinque volte la quantità di terra che potrei superare in Francia”. Ha questa inclinazione religiosa. È un cataro, che è la setta della religione cattolica che è stata messa in scena durante l’Inquisizione. Credeva in questo doppio dio. Un dio della mano sinistra e destra. Un dio che potrebbe fare cose cattive e cose buone. All’epoca era un pensiero eretico. Quindi ho pensato di poterlo incarnare nel personaggio. È affascinante. È strano. È divertente e può anche essere un po ‘spaventoso. Se c’era una persona che poteva farlo, lo era David Thewlis. Ottenere lui è stato molto importante per me per il tono del resto dello spettacolo.

Questa è una serie limitata, ma abbiamo visto spettacoli simili Big Litle Lies finiscono per essere più di una stagione. Lo stai definendo definitivamente come una serie limitata di una stagione?
Elwood Reid: Volevo che questo durasse più stagioni. Ma dato il panorama attuale in cui ci troviamo adesso con quello che sta succedendo con le produzioni già interrotte quest’anno, non lo so. Era qualcosa che Nat Geo ha scelto di commercializzare lo spettacolo come una serie limitata. Ma sai che la mia risposta è che, ogni volta che adotti un romanzo di 700 pagine e usi solo le prime 100 pagine, è rimasta molta storia. Quando guardi lo spettacolo, lascio lo spettacolo in un cliffhanger. Stavo solo andando avanti con questi personaggi. Quindi non so proprio in questo panorama attuale. Ci sono così tanti programmi TV là fuori. Il mercato dello streaming sta cambiando. COVID non ha aiutato. Quindi non lo sai. Mi sto proteggendo in entrambi i modi, ma la mia speranza sarebbe quella di continuare a raccontare la storia.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments