Wednesday, November 25, 2020
Home Corona Virus Edith Richemond, una storia di successo di Haitian Bootstrap, muore a 88...

Edith Richemond, una storia di successo di Haitian Bootstrap, muore a 88 anni

Questo necrologio fa parte di una serie di persone che sono morte nella pandemia di coronavirus. Leggi di altri Qui.

Il soprannome di Edith Richemond nel suo quartiere di Brooklyn era “Grande”, non nel modo beffardo che le persone corpulente vengono talvolta chiamate “Minuscole” o alte “Shorty”, ma a causa del cuore sproporzionatamente grande che si presumeva battere all’interno della sua piccola cornice.

Ma il soprannome non alludeva solo al suo spirito di donazione. Nella sua accanita enclave di immigrati haitiani a East Flatbush, era conosciuta tanto per il suo talento, essendo arrivata a New York con pochi soldi o istruzione, ma con una spinta per avere successo.

E così ha fatto, finendo per investire in immobili e possedere due lavanderie automatiche. Per sua nipote Athalie LaPamuk, sua zia era “grande” perché era anche “un grosso problema” nel suo quartiere.

La signora Richemond è morta a causa delle complicazioni del nuovo coronavirus il 25 aprile in una casa di cura di Brooklyn, ha detto sua nipote. Aveva 88 anni.

“È una svolta crudele del destino che non possiamo avere un funerale adeguato per lei in questo momento”, ha detto LaPamuk, “perché non penso nemmeno che ci sia una casa funeraria a Brooklyn abbastanza grande da adattarsi alla folla di persone che avrebbe partecipato. “

La signora Richemond ha seguito le orme di innumerevoli immigrati imprenditoriali attirati a New York dalla prospettiva di una vita migliore per se stessa e i suoi figli.

“Ciò che lo rende così impressionante è che con un’istruzione della scuola elementare è stata in grado di trasferirsi a New York e acquistare edifici per affittare appartamenti e ospitare i suoi lavanderie a gettoni”, ha detto LaPamuk. “Ha preso un’abilità che ha imparato da ragazza ad Haiti – lavare i vestiti – e guadagnarsi da vivere.”

La signora Richemond è nata Marie Edith Duverger il 6 febbraio 1932, a Marchand Dessalines, la prima capitale della Haiti indipendente. Suo padre, Athanas Delcham, era un giudice che ha anche ricoperto diversi incarichi come sindaco. Sua madre, Adele Duverger, era una sarta.

Una delle 10 sorelle, la signora Richemond ha lasciato la scuola dopo l’ottava elementare per prendersi cura dei suoi fratelli e sorelle più piccoli e aiutare a sostenere la famiglia lavando i vestiti.

Emigrò a New York negli anni ’60, quando aveva trent’anni, e sposò Jacques Richemond nel 1969. Guidò uno scuolabus e aiutò nelle sue lavanderie; è morto nel 2015. Oltre a sua nipote, i suoi sopravvissuti includono suo figlio, Jude Duverger; un fratello, Arnoux Duverger; e una sorella, Adeline Duverger.

Dopo essere arrivata a New York, la signora Richemond ha lavorato in una fabbrica tessile e ha risparmiato abbastanza per iniziare a investire nel settore immobiliare, acquistando diversi edifici a tre piani con spazi commerciali sottostanti e appartamenti sopra.

Una lavanderia automatica che aprì, su Rutland Road, aveva una cucina in cui preparava ogni giorno pasti haitiani e li offriva gratuitamente ai suoi vicini. Inoltre, LaPamuk ha dichiarato: “Farebbe il bucato per le mamme single e altre persone sfortunate per la fortuna nel vicinato senza farle pagare”.

La lavanderia a gettoni divenne un centro della comunità, dove gli espatriati haitiani si riunivano per ricordare, discutere di politica e giocare a carte o domino.

La signora Richemond ha venduto le proprietà dopo aver avuto un ictus nel 2013.

“Ha definito il concetto di bootstrap”, ha detto LaPamuk. “Era determinata a avere successo nonostante la sua educazione limitata.”

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments