Tuesday, September 29, 2020
Home Corona Virus Hawaii ai visitatori: ti pagheremo per partire

Hawaii ai visitatori: ti pagheremo per partire

Alle Hawaii, lo spirito di aloha saluta normalmente i visitatori con calore e benvenuto. Ora, mentre lo stato ha scoraggiato i visitatori richiedendo loro di auto-mettere in quarantena per 14 giorni, quella cultura della generosità potrebbe estendersi a un biglietto di andata e ritorno gratuito.

Con una sovvenzione di $ 25.000 dall’Autorità per il turismo delle Hawaii, la non profit Visitatore Aloha Society of Hawaii (VASH) ha istituito un programma di assistenza al volo Covid-19 per i viaggiatori di ritorno che non hanno i mezzi per seguire la quarantena obbligatoria di 14 giorni – incluso il pagamento per l’alloggio e la consegna del cibo – richiesta ai visitatori in arrivo.

Dall’avvio del programma il 6 aprile, l’organizzazione ha inviato 20 visitatori al loro aeroporto di origine, compresi i viaggiatori provenienti da Guam, Los Angeles, Birmingham, Alabama e Denver.

“La maggior parte dei viaggiatori che abbiamo inviato a mio avviso sono stati irresponsabili nel viaggiare alle Hawaii durante la pandemia di Covid-19 quando sanno che stiamo cercando di proteggere le Hawaii dalla diffusione di questa malattia”, ha dichiarato Jessica Lani Rich, presidente e amministratore delegato di VASH. L’organizzazione fornisce normalmente supporto ai visitatori, compresa l’assistenza alla traduzione e assistenza per l’organizzazione di funerali.

Sebbene gli arrivi dei visitatori siano scesi di quasi il 99 percento, alcuni residenti hanno riferito di aver visto visitatori sulle spiagge nonostante le restrizioni di quarantena e gli ordini di soggiorno a casa. Tutte le spiagge delle Hawaii sono chiuso, anche se gli individui possono attraversarli per nuotare, pagaiare o fare surf osservando le distanze sociali.

“Non capiscono o ignorano il messaggio”, ha scritto Lynne Matusow, residente a Honolulu, in una e-mail al New York Times. “Abbiamo gente del posto, in maschera, che li rimprovera per essere seduti sulle spiagge, con asciugamani, ombrelloni, refrigeratori, ecc. È vietato.”

La signora Rich ha detto che alcuni dei visitatori che VASH è tornato a casa le hanno detto che stavano approfittando delle tariffe aeree basse. Un biglietto di andata e ritorno per Southwest Airlines da Oakland, California, ad Honolulu, per esempio, è stato recentemente valutato a $ 238 per viaggiare a maggio.

Il 22 aprile, quasi un mese dopo che il governatore, David Ige, ha annunciato la restrizione obbligatoria della quarantena di 14 giorni per gli arrivi in ​​arrivo, il Autorità del turismo delle Hawaii ha riferito che un totale di 421 passeggeri è arrivato in aereo, 109 dei quali erano visitatori non residenti. Il numero di turisti tra loro è sconosciuto. L’autorità turistica conta chiunque non abbia l’identificazione dello stato delle Hawaii come visitatore, rilevando che i visitatori potrebbero includere un operatore sanitario essenziale o un operatore di assistenza in caso di catastrofe, o nativi delle Hawaii che ora risiedono sulla terraferma e ritornano per stare con la famiglia.

“Vedo forse uno o due turisti al giorno”, ha detto Ryan Houser, un ristorante “sommelier di pesce” e residente a Waikiki, osservando che di solito riesce a individuare un turista con l’asciugamano dell’hotel e il galleggiante dell’acqua della famosa catena di souvenir ABC Stores.

“È un po ‘offensivo”, ha aggiunto. “Mi piacerebbe andare in spiaggia ogni giorno se potessi, ma voglio minimizzare la diffusione di Covid-19 e assicurarmi che la curva rimanga piatta.”

Secondo lo stato Dipartimento della Salute, Le Hawaii hanno 596 casi di Covid-19 – quattro recentemente segnalati – e 12 decessi al 23 aprile.

In un caso molto pubblicizzato questa settimana, la stazione TV locale KHON segnalati su una coppia che è stata citata su Oahu per aver violato la quarantena più di una volta.

“I nostri residenti hanno dovuto chiudere i loro affari e avere difficoltà finanziarie e far venire le persone qui in questo momento e vogliono andare in vacanza, è sconsiderato”, ha detto la Rich, osservando che la sua organizzazione non ha pagato per la coppia, che si ritiene provenga dal Nevada e in Australia, per partire. “Le Hawaii sono famose per lo spirito aloha. Cerchiamo di superare queste difficoltà, quindi ti daremo il bentornato con aloha “.

Gli sforzi per arrestare il turismo, il motore economico delle Hawaii, sono iniziati il ​​17 marzo quando il governatore ha chiesto ai viaggiatori di posticipare volontariamente i viaggi di 30 giorni. Il 26 marzo ha imposto l’auto-quarantena di 14 giorni sia per i visitatori che per i residenti di ritorno. Gli ordini di quarantena e casalinghi sono attualmente in vigore fino al 30 aprile.

Jake Shimabakuro, il famoso musicista ukulele e residente a Honolulu, ha dichiarato di aver aderito a un’iniziativa chiedendo ai vacanzieri di posticipare i viaggi sull’isola.

“Per quanto desideriamo che i turisti vengano e apprezzino tutto ciò che Hawai ha da offrire, dobbiamo proteggere i nostri operatori del servizio di ospitalità e la comunità a rischio, in particolare i nostri anziani”, ha scritto in una e-mail.

Lontano dall’isola più popolosa, le cose sono più tranquille. A Kauai, Judi Glass, un consulente di viaggio locale, ha elogiato il sindaco dell’isola con l’emanazione di un coprifuoco notturno il 20 marzo, circa una settimana prima della regola di quarantena dello stato. Kauai ha avuto 21 casi di Covid-19 e nessuna morte.

“Non abbiamo traffico giornaliero, ed è così tranquillo e silenzioso ora”, ha scritto in un’e-mail.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments