Tuesday, October 20, 2020
Home Corona Virus I robot vagano in una città chiusa dal coronavirus

I robot vagano in una città chiusa dal coronavirus

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter per posta con il meglio del New York Times.


Se c’era un posto pronto per la quarantena, era Milton Keynes. Due anni prima della pandemia, una startup chiamata Starship Technologies aveva schierato una flotta di robot rotanti per effettuare consegne nella piccola città, situata a circa 80 chilometri a nord-ovest di Londra.

Stumpy robot a sei ruote hanno spostato la spesa e gli ordini di cibo a casa e in ufficio. In seguito alla diffusione del coronavirus, la nave stellare ha focalizzato ulteriormente la flottiglia sulla consegna a domicilio di generi alimentari. I locali come Emma Maslin sono stati in grado di fare acquisti dal negozio all’angolo senza avere alcun tipo di contatto umano.

“Con un robot non c’è interazione sociale”, ha detto Maslin.

L’improvvisa utilità dei robot per le persone che restano a casa è un promettente esempio delle possibilità delle macchine in futuro, almeno in condizioni ideali. Milton Keynes, con una popolazione di 270.000 abitanti e una vasta rete di piste ciclabili, è perfetto per i robot di rotolamento. La domanda è stata così elevata nelle ultime settimane che alcuni residenti hanno cercato di pianificare la loro consegna per giorni.

Negli ultimi anni, aziende dalla Silicon Valley a Somerville, nel Massachusetts, hanno investito miliardi di dollari nello sviluppo di qualsiasi cosa, dai veicoli autonomi ai robot di magazzino. La tecnologia è migliorando a passi da gigante. I robot possono aiutare con consegna, trasporto, riciclaggio e produzione.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments