Monday, June 1, 2020
Home Corona Virus Il Coronavirus ucciderà ciò che resta della fede degli americani a Washington?

Il Coronavirus ucciderà ciò che resta della fede degli americani a Washington?

Patricia Millner, un’infermiera di Hershey, in Pennsylvania, è nata l’anno in cui Dwight D. Eisenhower è stato rieletto. L’economia andava a gonfie vele e la fiducia era alta: quando due sondaggi nazionali iniziarono a porre la domanda due anni dopo, circa tre quarti degli americani dichiararono di fidarsi del governo federale per fare la cosa giusta.

Da allora sono cambiate molte cose. Il Vietnam è successo, poi Watergate. Durante la crisi finanziaria del 2008, la signora Millner ha visto le banche salvate mentre le persone perdevano la casa. Ora c’è una pandemia e una disoccupazione che esplode e, come la vede, il governo sta ancora una volta cercando i ricchi, mentre tutti gli altri sono lasciati a badare a se stessi.

“Ogni volta che vedo una pubblicità in TV che dice che siamo tutti insieme, il mio sangue bolle”, ha detto la signora Millner. “Non siamo in questo insieme! La classe media superiore va bene. Ma i due terzi di questo paese stanno andando in malora. “

Molto prima della crisi del coronavirus, ne stava producendo un altro: un lento ma costante declino di quanti americani si fidano del governo federale. Quel numero è in calo da decenni, attraverso le amministrazioni democratiche e repubblicane. E nel 2019, ha raggiunto uno dei punti più bassi dall’inizio della misura: solo il 17% degli americani si è fidato del governo federale per fare la cosa giusta “quasi sempre” o “la maggior parte del tempo”, secondo la Pew Research Center.

La mancanza di fiducia a Washington non significa necessariamente che le persone non vogliono alcun governo. I sondaggi mostrano costantemente molta più fiducia nel governo locale e alcuni governatori godono attualmente di ottimi voti per la loro gestione della pandemia.

Anche così, in una settimana di oltre 20 interviste, gli americani hanno affermato che il governo di Washington non si stava alzando per affrontare la sfida del virus.

Molti hanno notato che le società sembravano ottenere la parte del leone di fondi federali per gli aiuti, mentre le piccole imprese hanno sofferto. Hanno espresso sconcertante il fatto che alla gente fosse stato chiesto di restare a casa e di sacrificarsi, ma non gli era stato concesso un sostegno finanziario sufficiente per farlo. Alcuni dissero che non aveva senso che interi stati fossero bloccati quando alcuni posti all’interno erano colpiti molto più di altri.

Il paese è nel mezzo di uno dei maggiori soccorsi del governo nella storia recente. Molte persone hanno affermato di aver ricevuto denaro, ma che non ha fatto molto per sistemare le loro finanze più ampie, come i pagamenti degli affitti e dei mutui.

E mentre le risposte seguivano uno schema partigiano – i democratici tendevano ad essere più scettici dei repubblicani di Washington in questo momento perché disapprovavano il presidente Trump – gli americani hanno anche espresso una profonda insoddisfazione che sta costruendo da anni.

“Non mi fido di queste persone, non ci credo”, ha detto Curtis Devlin, 42 anni, un veterano della guerra in Iraq che vive in California, riferendosi ai leader politici nazionali di entrambi i partiti. “Le persone di cui rappresentano gli interessi sono donatori, mediatori di potere, le parti”.

I momenti di crisi nazionale tendono a costruire solidarietà e rafforzare la fiducia nel governo. La fiducia ha raggiunto il suo punto più alto nella storia recente immediatamente dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001. Ma ha ricominciato a cadere dopo l’invasione dell’Iraq, attraverso la presidenza di Barack Obama e ora quella di Donald J. Trump. Dal 2008, non è aumentato oltre il 25 percento.

Il signor Devlin data la sua delusione per il suo tempo in Iraq. Era a scuola di legge quando gli Stati Uniti invasero il paese. Voleva fare qualcosa che contava, ei suoi leader a Washington hanno descritto la guerra come necessaria e morale.

Quindi, a 28 anni, si arruolò nell’esercito come ufficiale del Corpo dei JAG.

“Nella mia immaginazione, stavo scrivendo una costituzione ed ero coinvolto nell’aiutare un paese da zero”, ha detto.

Invece, il suo lavoro gli ha richiesto di elaborare argomenti legali per giustificare l’uccisione. “Mi ha cambiato”, ha detto.

Devlin ha aggiunto: “Queste idee con le quali ho identificato così ferocemente si sono rivelate sbagliate”, ha detto. “Verità, giustizia e modo americano. Che c’erano dei bravi ragazzi, e loro eravamo noi. ”

L’esperienza lo ha reso estremamente scettico nei confronti dei responsabili di questo Paese, un sentimento che ha influenzato il modo in cui vede la risposta alla pandemia. Il governo federale non è stato eccezionale, ha affermato, ma i governi statali non lo sono stati, applicando ingiustamente quelle che lui considerava restrizioni troppo ampie per rimanere a casa. Ciò equivale a leader che non riescono a trattare i sacrifici dei cittadini con rispetto, ha affermato.

“C’era questo pozzo di buona volontà e intenzione di aiutare, ed è stato sperperato”, ha detto. “Quando le persone sentono che la loro buona volontà è stata sprecata, è allora che perdono la fiducia nel governo”.

La disillusione è diventata un aspetto della campagna politica nazionale. Il signor Trump si è dichiarato estraneo in lotta per coloro che sono rimasti indietro dalle politiche di Washington. Anche Joe Biden, il primo classificato democratico, parla in questo modo. Ma per gli americani che non si fidano più del governo, le promesse, anche del loro stesso partito, sembrano vuote.

“Non abbiamo ancora assistenza sanitaria, stiamo ancora pagando prezzi elevati per le droghe, siamo ancora in una guerra che dura da 17 anni”, ha dichiarato la signora Millner, democratica. “Il mio voto per Joe Biden non cambierà nulla di tutto ciò. Questo è frustrante. “

Il modo in cui gli americani rispondono alla domanda di fiducia ha un forte sapore partigiano: i repubblicani tendono a fidarsi di più sotto i presidenti repubblicani e i democratici sotto i presidenti democratici.

E la fiducia è caduta su tutto mentre il movimento conservatore ha sempre più spinto l’idea che il governo era una minaccia alla libertà personale e dovrebbe essere limitato, una visione che domina oggi i repubblicani.

Anche così, c’è stata una forte tendenza al ribasso tra i membri di entrambe le parti nel corso di mezzo secolo. Perché?

Jacob Hacker, un politologo della Yale University, sostiene che la risposta sta in due domande: le cose stanno andando bene e il governo mi rappresenta? Con l’aumento della disuguaglianza, la risposta ad entrambi è stata sempre più negativa.

“L’aumento della disuguaglianza è un enorme shock per la nostra società e il nostro sistema politico”, ha dichiarato Hacker, che esplora l’argomento in un libro di prossima pubblicazione, “Let Them Eat Tweets: How the Right Rules in a Age of Extreme Disequality”. “Le persone si sentono come se non stessero guadagnando”, ha detto, “e che il governo non è reattivo, che non funziona per conto dei comuni cittadini”.

Il risultato, ha aggiunto, è che “la nostra democrazia non funziona come dovrebbe”.

La fiducia nel governo è una misura della salute democratica di un paese, ha detto. E le democrazie che non ne hanno molto tendono ad essere meno stabili.

Patricia Bolgiano ha attraversato molteplici recessioni economiche. Ogni volta, ha detto, i leader di Washington hanno risposto in modi che hanno lasciato la sua famiglia alle spalle, mentre alcuni eletti sono diventati più ricchi.

È cresciuta povera a Baltimora e ricorda una crescente cultura della ricchezza negli anni ’80 che non assomigliava alla sua vita.

“” Dynasty “e” Knots Landing “, è quello a cui aspiravi”, ha detto. “Volevi quei tagli di capelli e spalline Linda Evans. Non avrei mai potuto permettermi nessuna di queste cose. Stavo lavorando in un commercio al dettaglio di fascia bassa. C’è stata solo questa grande disconnessione. “

La signora Bolgiano stava lavorando in un call center presso una banca regionale nel Maryland durante il crollo del mercato azionario del 1987 e la crisi dei risparmi e dei prestiti. Ricorda i clienti che sembravano spaventati dall’altra parte del telefono e i segretari parlavano del paracadute d’oro dei loro capi.

È successo di nuovo 20 anni dopo. Una sera del 2008, guidava e ascoltava le notizie alla radio. Le banche stavano crollando. Sapeva cosa sarebbe successo dopo: salvataggi per Wall Street e nessuna responsabilità per ciò che avevano fatto per danneggiare l’economia.

“Sapevano di poter uscire da qualsiasi cosa”, ha detto.

La signora Bolgiano alla fine si è laureata in graphic design, ma non è mai riuscita a raggiungere l’obiettivo della sua vita di guadagnare $ 80.000 all’anno o fare un viaggio in Europa. Lei e suo marito si ritirarono nelle zone rurali del Texas perché era più economico del Maryland.

Ha detto che ha ricevuto un controllo dello stimolo e ha usato i soldi per fare delle riparazioni in casa. Ma è ancora arrabbiata con entrambe le parti. I loro leader le ricordano i bambini popolari del liceo “giocando senza una bussola morale”.

La pandemia, ha detto, è la stessa vecchia storia. Alle persone fu detto di restare a casa e adattarsi, anche se non avevano risparmi. E mentre sono stati erogati molti soldi, la signora Bolgiano non crede che sia andata alle persone che ne avevano davvero bisogno.

“Perché le aziende multimilionarie l’hanno presa e i piccoli venditori no?” lei disse. “I pacchetti e le regole sono fatti da chi è al potere per amici e parenti, non per il grande pubblico.”

Bassi livelli di fiducia tra un gran numero di persone possono fornire terreno fertile per le teorie della cospirazione. Amanda Robert, un’attivista politica nel Michigan, è cresciuta in una famiglia della classe operaia e capisce da dove provengono queste teorie. I sentimenti di impotenza portano profonda ansia e il desiderio di una spiegazione, un modo per contenere e persino organizzare il mondo intorno a te.

“È così spaventoso vedere le persone che si dipanano durante questa pandemia perché non si fidano”, ha detto, osservando che le persone che non si sarebbe mai aspettata condividono teorie della cospirazione sui social media.

Un amico ha condiviso un falso documentario dicendo che la pandemia era stata deliberatamente pianificata. Un altro amico nella scuola per infermieri ha insistito sul fatto che le persone non dovevano mettere in quarantena. Quando ha suggerito a un amico di chiamare un rappresentante statale per ottenere assistenza per un problema relativo alle indennità di disoccupazione, la risposta dell’amica è stata quella di attaccare il rappresentante.

“La risposta che ho ricevuto è stata:” Non mi fido di loro per fare qualsiasi cosa “, ha detto la signora Robert. “” Ci stanno dando la disoccupazione in modo che diventiamo dipendenti da loro “.”

La storia della fiducia è diversa quando si tratta di governo locale. Nel 2018, circa due terzi degli americani hanno affermato di aver visto il loro governo locale favorevolmente, secondo Pew. E ci sono alcune prove che durante questa crisi, le persone stanno imparando a fare affidamento l’una sull’altra nelle loro comunità e riscoprendo il potere del governo locale.

Clark Donnelly, insegnante a Mendota, Minn., Afferma di essere stufo di parlare male del governo. Il signor Donnelly, che fa parte del consiglio comunale di Mendota, ha detto che i residenti si stavano dando da fare per aiutarsi a vicenda, lasciando pacchi di cibo nel piccolo ufficio postale della città. Sono ancora disposti a fare volontariato per il loro tempo, e questo gli dà speranza.

“Vado a queste riunioni delle commissioni via cavo una volta al mese – sono noiose e davvero difficili da affrontare – eppure ci sono 20 persone che si presentano per rinunciare alla loro grande notte di primavera in Minnesota per fare il loro dovere civile”, ha detto, osservando che da quando è iniziata la pandemia, le riunioni si sono svolte per telefono. “Questo è il governo, proprio lì.”

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments