Tuesday, September 22, 2020
Home Divertimento Il creatore di "Downton Abbey" cambia marcia con "Belgravia"

Il creatore di “Downton Abbey” cambia marcia con “Belgravia”

Belgravia 101
Credito di immagine: AP

L’ultima serie avvincente di Julian Fellowes sulle classi sociali inglesi inizia con una festa. Intendiamoci, non solo un po ‘banale, l’alta società. “Belgravia” inizia con una delle feste più famose della storia.

Il 15 giugno 1815, la duchessa di Richmond lanciò una magnifica palla a Bruxelles per il duca di Wellington. È capitato che coincidesse proprio il giorno in cui le truppe di Napoleone si precipitarono in Belgio.

Solo pochi giorni dopo, le forze britanniche – compresi molti dei soldati molto aristocratici presenti alla palla – sarebbero morti combattendo Napoleone a Waterloo.

“Mi è piaciuta l’idea di iniziare la storia con quell’evento incredibilmente glamour e incredibilmente tragico”, afferma Fellowes, l’uomo dietro “Downton Abbey”.

La storia salta quindi 25 anni a Belgravia, un’enclave pianificata di case bianche con ringhiere nere in una zona tony di Londra. Era una città pianificata all’interno di una città, costruita sulle paludi. “È una parte di Londra che mi ha sempre affascinato”, afferma Fellowes.

Due famiglie – una aristocratica e l’altra che sorge dalla classe media – scoprono di essere collegate, nel bene o nel male, da un bambino concepito dai bambini di ogni famiglia in quei giorni inebrianti prima di Waterloo.

Lo spettacolo vede protagonisti Tamsin Greig e Harriet Walter come matriarchi delle due famiglie, due nonne che difendono i ricordi dei loro bambini morti e rivendicano il futuro del nipote che hanno in comune.

“Volevo avere queste due donne che provenivano da basi di potere molto diverse. Non era che uno fosse potente e l’altro no. Erano entrambi potenti, ma erano potenti in diversi modi “, afferma Fellowes.

“Volevo che avessero un problema comune, un interesse comune, che li avrebbe messi insieme contro la loro volontà”, aggiunge. “E mi è sembrato che condividere un nipote illegittimo sia un buon modo per farlo.”

“Belgravia” è l’ultimo dramma di uno scrittore che ha creato una carriera pluripremiata concentrandosi su punti di svolta chiave nella storia inglese: i primi anni ’30 di “Gosford Park”, la fine dell’era georgiana in “Vanity Fair”, all’inizio Anni 1920 in “Downton Abbey” e, in una nuova serie ora streaming, gli anni 1870 con “The English Game”.

“Julian ha una tale passione per alcune sezioni della storia. È così coinvolto nei dettagli di ciascuno di essi ed è quindi un narratore così bravo – crea una narrazione così avvincente – che sei attratto da quei frammenti di storia “, dice Greig, che interpreta la matriarca della classe media.

“Belgravia” ha iniziato la sua vita come libro del 2016 di Fellowes, e ha trovato relativamente facile adattare il suo romanzo di 400 pagine in una serie TV in sei parti.

“In questa fase della mia vita, tendo a scrivere abbastanza visivamente perché gran parte di ciò che scrivo è per la televisione o un grande schermo o il palcoscenico o altro”, dice. “E in un certo senso vedo queste scene nella mia testa e così le scrivo in quel modo.”

Fellowes era lo sceneggiatore gentile con Fellowes l’autore del libro? Non proprio, ammette. “Penso che devi dimenticare di averlo scritto davvero. Devi guardarlo abbastanza spietatamente per i personaggi che possono essere migliorati o per le scene che potrebbero dare un po ‘di roba in più. ”

La serie ha molti tocchi familiari ai fan di Fellowes, tra cui le domestiche doppie, arroganza aristocratica, romanzi proibiti e pianti al piano di sotto. Ma a differenza di “Downton Abbey”, ambientato tra il 1912 e il 26, il mondo della “Belgravia” del 1840 non riguarda il decadimento aristocratico.

“” Downton “, per molti aspetti, riguarda il declino delle classi superiori. Considerando che in realtà non si trattava del declino di nulla “, afferma Fellowes.

“Questa nuova classe media in forte espansione era arrivata e all’improvviso stavano producendo, acquistando, tessendo, commerciando e commerciando in tutto. E questo è sembrato piuttosto divertente. “

Fellowes definisce il tempo “uno dei primi periodi in cui i colpi di avvertimento furono sparati attraverso gli archi della vecchia aristocrazia”. Entro la fine del secolo, le classi medie avrebbero gestito lo spettacolo.

Greig non aveva mai lavorato a un progetto di Fellowes prima e afferma di essere stata subito catturata dalla sceneggiatura, in particolare il suo vasto pozzo di compassione per tutti i suoi personaggi.

“Ognuno è ben mappato e non giudica nessuno di loro. Tutti hanno una ragione per le cose che fanno “, dice. “Unisce la sua passione per i diversi momenti della storia con narrazioni che ci ricordano che siamo umani”.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments