Wednesday, December 2, 2020
Home Corona Virus In Brasile, un presidente sotto il fuoco si lancia contro gli investigatori

In Brasile, un presidente sotto il fuoco si lancia contro gli investigatori

RIO DE JANEIRO – Giovedì il presidente distrutto del Brasile era fuori dalla sua dimora, indignato e arrabbiato, con una cravatta modellata con fucili d’assalto.

Il giorno prima, la polizia aveva fatto irruzione in proprietà collegate a molti dei suoi più duri sostenitori come parte di un’indagine su una rete online che distribuiva disinformazione, una di una serie di indagini penali e legislative incentrate su di lui, i familiari e gli stretti alleati.

“Non avremo un altro giorno come ieri. Abbastanza!” il presidente, Jair Bolsonaro, ha riferito del raid di mercoledì durante una conferenza stampa fuori dalla sua residenza ufficiale. “Abbiamo raggiunto il limite!”

Mentre gli investigatori che lo circondano e i suoi associati si avvicinano, Bolsonaro si è scagliato contro e ha persino sollevato lo spettro di una crisi costituzionale suggerendo che la polizia federale non dovrebbe eseguire “assurdi ordini” della Corte Suprema.

La posizione sempre più bellicosa adottata dal presidente e dai suoi alleati nei confronti delle indagini ha portato all’aumento delle turbolenze politiche in un momento di crisi nazionale, con il coronavirus in rapida espansione che ha mandato l’economia in rovina e provocando la morte di oltre 27.000 persone.

La gestione della pandemia da parte di Bolsonaro è stata oggetto di intensifiche critiche, amplificando la sensazione di essere un leader sotto assedio, che trova sempre più difficile governare.

Il Brasile ora ha il secondo numero più alto al mondo di casi di virus confermati, dopo gli Stati Uniti, le perdite di posti di lavoro stanno aumentando e gli analisti avvertono che il paese potrebbe precipitare in una profonda recessione.

Mentre ci sono un certo numero di indagini aperte sul presidente e sulla sua cerchia, le incursioni di questa settimana sembrano aver particolarmente infuriato lui e i suoi sostenitori.

La Corte Suprema ha indagato sulla diffusione di ciò che chiama notizie false e sull’orchestrazione di campagne di diffamazione contro i suoi giudici, e mercoledì la polizia federale ha fatto irruzione in proprietà in sei stati, sequestrando computer, telefoni e documenti. Alcune proprietà erano collegate ad attivisti, uomini d’affari e politici strettamente allineati a Bolsonaro e alle sue opinioni di destra.

I raid sono stati applauditi dai critici del presidente.

“La Corte Suprema sta svolgendo un ruolo importante e storico per salvaguardare la democrazia”, ​​ha dichiarato José Carlos Dias, ex ministro della giustizia.

Ma il signor Bolsonaro ha detto che i raid interferiscono con la sua capacità di guidare.

“Dobbiamo tracciare limiti”, ha detto ai giornalisti giovedì. “Chiedo, per l’ultima volta, che il governo funzioni”.

Il figlio del presidente, Eduardo Bolsonaro, un legislatore federale, ha avvertito che il paese si stava avvicinando a quello che ha definito un “momento di rottura”.

“Non è più un’opinione su se, ma quando ciò accadrà”, ha avvertito, senza essere più specifico su quale tipo di rottura ha immaginato.

I critici affermano che i suoi sostenitori hanno continuato a usare questi strumenti dopo che Bolsonaro è entrato in carica al fine di diffondere notizie false e attaccare le istituzioni statali, incluso l’insulto ai giudici della Corte Suprema che si sono opposti alle sue politiche.

Eloísa Machado, professore di giurisprudenza all’Università Fundação Getulio Vargas di San Paolo, ha affermato che l’indagine ha rivelato che “uno schema organizzato” che coinvolge membri del Congresso, consulenti politici, blogger e finanziatori “per diffondere minacce alla Corte Suprema e contro la democrazia”.

Queste comunità online sono anche oggetto di indagini da parte di un comitato congressuale, della corte elettorale della nazione e della Corte dei conti federale, un organo di revisione contabile legato al Congresso del Brasile.

In aggiunta alla pressione sul signor Bolsonaro, la Corte Suprema ha recentemente aperto un’indagine sulle accuse che il signor Bolsonaro aveva tentato per imporre un controllo improprio sulla polizia federale per guadagno politico.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments