Monday, June 1, 2020
Home Gli sport L'allenatore ha la responsabilità del successo della squadra e non solo delle...

L’allenatore ha la responsabilità del successo della squadra e non solo delle persone: Gary Kirsten

1,2218549-344.447.400

Gary Kirsten
Credito d’immagine: Gulf News Archives

Londra: Gary Kirsten, ex battitore del Sudafrica, crede che il coaching sia una posizione di leadership che richiede una comprensione approfondita di come prosperano squadre e individui e che tipo di ambiente è necessario per questo.

Kirsten è stato capo allenatore della squadra indiana e del Sudafrica. è stato con il suo mandato che gli uomini in blu hanno vinto i Mondiali del 2011, quando hanno sconfitto lo Sri Lanka nella finale di Mumbai.

“Gli allenatori richiedono una varietà di skillset che consentono loro di avere la supervisione in ogni segmento della gestione di una squadra di cricket professionale”, ha detto Kirsten a Daily-Sun.

“Ciò include la preparazione di stagioni e tornei, la gestione dell’uomo, la costruzione di una cultura di squadra, la gestione delle relazioni, il reclutamento, le contrattazioni, la strategia, l’assunzione e la gestione del personale di supporto, le strutture di pratica e formazione, gli impegni dei media, la logistica del team, i cicli di feedback e le dichiarazioni del team, consulenti e tutti gli altri servizi collegati a una squadra sportiva professionale ad alte prestazioni “, ha aggiunto.

Il 52enne ritiene inoltre che un allenatore debba essere in grado di gestire con successo diversi tipi di personalità all’interno di una squadra.

“Gli allenatori devono essere in grado di gestire con successo tutti i diversi tipi di personalità in modo che ogni giocatore abbia l’opportunità di prosperare. L’allenatore sta anche cercando di creare un ambiente di squadra ad alte prestazioni e ha una responsabilità per il successo della squadra e non solo delle persone “.

“Ogni nuovo allenatore ha bisogno del supporto di giocatori che possono guidare la nuova cultura o il modo di fare le cose. Questo può richiedere tempo e conquistare questi giocatori, richiede fiducia, trasparenza e buoni collegamenti. Ci aspettiamo troppo dagli allenatori in breve tempo, ” Egli ha detto.

Kirtsen, che ha anche lavorato come allenatore nella Premier League indiana e nella Big Bash League nella sua carriera di allenatore, ha sottolineato la differenza tra allenare una squadra nazionale e una squadra in franchising.

“Una squadra nazionale richiede lunghi viaggi a causa di tutti i tour che rendono difficile per le famiglie. Un lavoro di coaching in franchising è difficile in termini di costruzione di una cultura e di un” modo di fare le cose “in un torneo di otto settimane, con grandi aspettative sui risultati a breve termine “, ha detto.

Nel cricket moderno, la tecnologia sta giocando un ruolo enorme. E l’ex apriscatole di Proteas crede che aspetti vari del cricket ne siano stati influenzati.

“Sta diventando più importante decodificare, specialmente nel cricket T20. Ogni squadra è alla ricerca di un vantaggio competitivo e più i punti dati sono avanzati e pertinenti, più gli allenatori li abbracceranno.

Kirtsen ha anche parlato della sua relazione con Paddy Upton, che è stato l’allenatore di salute mentale e condizionamento della squadra indiana. Nel 2008 Upton è stato nominato condizionatore mentale e allenatore di leadership strategica del team. Sotto Kirsten e Upton, il team ha raggiunto per la prima volta la classifica del team Test ICC per la prima volta nel 2009, e ha vinto la Coppa del Mondo 2011.

“Paddy è stato determinante in questo ruolo nei miei tre anni con la squadra indiana”, ha detto Kirsten.

“Con il senno di poi, credo che a volte anche il braccio destro possa elaborare piani migliori. Una forte relazione di fiducia in cui un capo allenatore può essere sfidato e ricevere frequenti feedback significativi è vitale per ogni squadra”, ha aggiunto.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments