Monday, June 1, 2020
Home Gli sport Le parti interessate dovranno scendere a compromessi, fare un grande sforzo per...

Le parti interessate dovranno scendere a compromessi, fare un grande sforzo per ricostruire il cricket: Aaron Finch

Aaron Finch

Aaron Finch
Credito di immagine: AFP

Melbourne: il limitato capitano australiano Aaron Finch crede che le tavole da cricket in tutto il mondo dovranno scendere a compromessi e fare “un grande sforzo” per riportare lo sport in pista dopo la pausa del coronavirus.

Ci sono speculazioni sul fatto che il 13 ° IPL, che è stato sospeso indefinitamente a causa della pandemia di COVID-19, potrebbe essere condotto tra ottobre e novembre a spese della Coppa del Mondo T20 in Australia.

Finch, che fa parte del sindacato dei giocatori australiani, ha affermato che non si tratta solo dell’IPL e che tutte le parti interessate devono scendere a compromessi per far prosperare nuovamente il cricket.

“Arriverà a un punto, non solo per l’IPL ma per tutto il cricket, ci sarà un compromesso da parte di molti stakeholder diversi – organizzazioni, paesi, giocatori, ICC – per riavere il cricket e paesi che prosperano di nuovo”, Finch è stato citato come detto da “Sydney Morning Herald”.

“Penso che l’ICC si incontrerà la prossima settimana per ricominciare a discutere dell’FTP (Future Tours Program). Nelle prossime settimane avremo più idea di come sarà, quali compromessi verranno fatti per diversi tornei e paesi.”

La posta in gioco è alta per l’Australia, poiché anche l’India è prevista per il tour di Down Under for a Test e serie ODI con 300 milioni di dollari.

L’ex skipper australiano Allan Border ha ritenuto che l’IPL non dovesse avere precedenti sulla Coppa del Mondo T20, mentre l’ex capitano Ian Chappell ha affermato che i migliori giocatori di cricket del paese devono snobbare la lega ricca di liquidità e scegliere la competizione nazionale come Sheffield Shield e One- Coppa del giorno.

Finch ha detto che le cose non saranno sempre a favore dell’Australia, ma dovranno essere fatti dei compromessi.

“Tutti lavorano insieme per ottenere il miglior risultato per tutti. Alcune situazioni in cui non è l’ideale per l’Australia dobbiamo scendere a compromessi e dare. Sarà un grande sforzo, penso”, ha detto il 33enne.

“Con l’India che uscirà qui quest’estate, Kevin Roberts (CEO di CA Roberts) ha dichiarato che si è trattato di un nove su 10 (possibilità). Penso che ci saranno molte cose del genere.”

È probabile che l’Australia riprenda il cricket con una serie limitata in Inghilterra dopo che il tour del Bangladesh Test è stato rinviato a causa della crisi sanitaria globale.

L’Inghilterra è stata uno dei paesi più colpiti con oltre 36.000 morti COVID-19.

Tuttavia, Finch ha affermato di non avere dubbi sul fatto di suonare nel Regno Unito in quanto starebbe in un ambiente bio-sicuro e sarebbe in grado di allenarsi durante il periodo di quarantena di 14 giorni.

“Sarei molto entusiasta di riavere qualsiasi cricket – se è tanto meglio il cricket internazionale”, ha detto Finch.

“Se è fatto davvero bene con la bolla di quarantena e i test regolari, non vedo che sia un problema. Sarei entusiasta di tornare a giocare il più presto possibile.”

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments