Monday, June 1, 2020
Home Divertimento Lo show radiofonico "Stay Home" dei DJ Murakami per sollevare gli spiriti

Lo show radiofonico “Stay Home” dei DJ Murakami per sollevare gli spiriti

TAB 200523 Haruki Murakami-1590217152146

Il romanziere giapponese Haruki Murakami firma il suo autografo sul suo romanzo “Killing Commendatore” durante una conferenza stampa all’Università Waseda di Tokyo sabato 3 novembre 2018. (AP Photo / Eugene Hoshiko)
Credito di immagine: AP

L’acclamato romanziere giapponese Haruki Murakami, che ospita uno speciale programma radiofonico da casa, ha dipinto un lato più luminoso del mondo con la sua musica preferita e ha affermato che la lotta contro il coronavirus è una sfida nel trovare modi per aiutarsi e prendersi cura gli uni degli altri.

Il 71enne, noto per bestseller come “A Wild Sheep Chase” e “Windup Bird Chronicle”, ha detto venerdì che spera che lo spettacolo “spazzerà via alcuni dei blues legati alla corona”.

Murakami ha aperto lo spettacolo di due ore a tarda notte “Murakami Radio Stay Home Special” con “Cerca il rivestimento d’argento” del Modern Folk Quartet, seguito da altre 16 canzoni, selezionate dal classico al jazz, pop e rock. Il loro filo conduttore: sorriso, sole, arcobaleno, ricordi di compleanno e altri lati felici della vita.

Murakami ha detto che confrontare la lotta contro il coronavirus con una guerra, come spesso fanno i politici, è inappropriato. “È una sfida per noi capire come possiamo condividere la nostra saggezza per cooperare, aiutarci a vicenda e mantenere l’equilibrio. Non è una guerra uccidersi a vicenda, ma una lotta di saggezza per farci vivere tutti “, ha detto. “Non abbiamo bisogno di inimicizia e odio qui.”

La musica è un motivo importante nelle storie di Murakami. Avido ascoltatore e collezionista di musica, ha anche scritto libri sull’argomento e ha una biblioteca di dischi nel suo studio, in cui il programma di venerdì è stato preregistrato.

Murakami ha ospitato la sua “Murakami Radio” ogni due mesi da agosto 2018 su Tokyo FM. La stazione ha detto che lo spettacolo di venerdì è stata l’idea di Murakami di rallegrare coloro che sono sotto stress, vivendo in uno stato di emergenza di coronavirus ancora in atto in alcune parti del Giappone, tra cui Tokyo.

Murakami ha iniziato a scrivere mentre gestiva un jazz bar a Tokyo dopo essersi laureato all’università. Dopo il suo romanzo di debutto del 1979 “Hear the Wind Sing”, il romanzo del 1987 “Norwegian Wood” è diventato il suo primo bestseller, affermandolo come una giovane stella della letteratura. I successi recenti includono “1Q84” e “Killing Comnendatore”.

Un contendente perenne per il premio Nobel per la letteratura e un recluso sociale, Murakami ha detto che ha lavorato da casa per anni e lo stile di vita è cambiato poco, anche se “la situazione della corona” lo ha influenzato in molti modi, forse una fonte d’ispirazione per il suo lavoro futuro .

Murakami ha scritto storie ispirate a eventi che hanno scosso violentemente la società, tra cui la metropolitana di Tokyo del 1995 gasata da un culto apocalittico e il terribile terremoto di Kobe, dove è cresciuto.

Invece di documentare un evento mentre si sviluppa, Murakami ha affermato che come romanziere è più interessato a trasformarlo in “una storia in una forma diversa”, sebbene non sappia quando o come.

Il mondo potrebbe sperimentare “un esperimento sociale su larga scala i cui risultati potrebbero diffondersi lentamente in tutta la società, nel bene e nel male”, ha detto.

Murakami ha detto che teme che il mondo post-corona possa essere un luogo più chiuso ed egoista anche se ha una migliore protezione.

“Se mancano l’amore e la compassione, il mondo dopo la corona sarà sicuramente un luogo spigoloso e insipido anche se maschere e vaccini sono ampiamente distribuiti”, ha detto. “L’amore è importante.”

Altre canzoni nella playlist: “Waiting on a Sunny Day” di Bruce Springsteen; “Le gocce di pioggia continuano a cadere sulla mia testa” di Isley Meets Bacharach; “Here Comes the Sun” di Nina Simone; “Hai un amico” di Carole King; “Over the Rainbow” di Ella Fitzgerald; “Sun Is Shining” di Bob Marley & The Wailers; “What A Wonderful World” di Louis Armstrong; “Happy Birthday Sweet Darling” di Kate Taylor; “Smile” di Eric Clapton; “Le mie cose preferite con Kathleen Battle” di Al Jarreau; “Indossava un nastro giallo” di Lisa Ono; “Happy Talk” di Nancy Wilson; “Non possono portarmelo via” di Brian Wilson; “Put on a Happy Face” di Tony Bennett; “Over the Rainbow” di Fred Lowery; “Ci rivedremo” di Peggy Lee con Benny Goodman; “Mon coeur s’ouvre a ta voix” di Sigrid Onegin; “Ciò di cui il mondo ha bisogno ora è l’amore” di Wei Wei Wuu.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments