Monday, September 28, 2020
Home Corona Virus Mentre i sistemi sanitari locali si piegano, gli oligarchi russi prendono il...

Mentre i sistemi sanitari locali si piegano, gli oligarchi russi prendono il comando

MOSCA – Mentre la pandemia di coronavirus ha guadagnato ritmo in Russia questa primavera, un magnate d’acciaio miliardario, Aleksei A. Mordashov, ha chiamato quattro governatori regionali e li ha esortati a rinchiudere le città in cui opera.

Per Andrei A. Guryev, il rampollo di un impero di fertilizzanti, limitare il viaggio in due città artiche di 80.000 persone dove gestisce una miniera di fosfato era ancora più facile. La sua compagnia possiede l’aeroporto e la stazione sciistica locale che attira gli estranei.

“Li abbiamo chiusi”, ha detto Guryev. “La decisione è stata solo nostra.”

L’influenza dei magnati degli affari russi noti come oligarchi scemò all’inizio di questo secolo quando il presidente Vladimir V. Putin consolidò il potere, trasformandoli da clan in guerra a famiglie fantasticamente ricche dipendenti dalla benevolenza del Cremlino.

Ora, la crisi del coronavirus presenta loro un altro punto di svolta: la più grande minaccia economica degli ultimi decenni, unita a un enorme stress test per lo stato che rende possibile la loro ricchezza.

E così gli oligarchi, con milioni di dipendenti e dozzine di città russe che dipendono dalle loro imprese, sono diventati figure centrali nella risposta nazionale alla pandemia.

La Russia ha riportato oltre 177.000 casi di coronavirus e oltre 1.600 morti. Circa la metà dei casi è a Mosca, il che suggerisce che il resto del paese è ancora nelle prime fasi della pandemia.

Con l’instabilità dei sistemi sanitari locali, molti oligarchi stanno distribuendo milioni di dollari del proprio denaro, insieme alla capacità logistica e di approvvigionamento delle loro aziende, per combattere la diffusione della malattia, sollecitando al contempo le autorità regionali che si muovono lentamente ad agire con maggiore determinazione.

Nel processo, stanno rivelando le debolezze dello stato russo e quanto il sistema di governance di Putin si basi ancora su alleanze informali con potenti magnati aziendali. La profondità delle loro casse mette anche gli oligarchi in grado di sopravvivere alla pandemia – a differenza delle piccole e medie imprese della Russia, il che significa che la loro influenza è destinata a crescere nei prossimi anni.

Ad esempio, oltre 1.900 persone sono risultate positive al coronavirus presso il villaggio artico di Belokamenka, dove il gigante dell’energia Novatek sta costruendo una base di approvvigionamento di gas naturale liquefatto con migliaia di lavoratori ammassati nelle caserme.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments