Thursday, December 3, 2020
Home Corona Virus Mentre le restrizioni sul coronavirus aumentano, milioni di Stati Uniti stanno tornando...

Mentre le restrizioni sul coronavirus aumentano, milioni di Stati Uniti stanno tornando a casa



Dove le persone hanno ricominciato a uscire di casa

Variazione del punto percentuale nella percentuale di persone che rimangono a casa

Nota: la mappa mostra la variazione della percentuale media di persone che si rifugiano in casa dal 1 all’8 maggio, rispetto alla media nel periodo dal 20 marzo al 30 aprile.

Dopo settimane rinchiuse a casa in seguito agli ordini dei governatori di contenere l’epidemia di coronavirus, i residenti negli Stati Uniti sembrano desiderosi di muoversi di nuovo. Mentre più stati hanno iniziato a ridurre le restrizioni, circa 25 milioni di persone in più si sono avventurate fuori dalle loro case in un giorno medio la scorsa settimana rispetto alle sei settimane precedenti, un’analisi del New York Times sui dati del cellulare.

In quasi ogni parte del paese, la percentuale di persone che rimangono a casa è diminuita, in alcuni punti di quasi 11 punti percentuali.


L’ondata di movimento è arrivata quando più della metà degli stati ha iniziato a riaprire le proprie economie o aveva in programma di farlo presto, nonostante le preoccupazioni degli esperti di salute pubblica circa la possibilità di ulteriori ondate di nuove infezioni da coronavirus e morti di conseguenza.

Mentre è troppo presto per sapere se la maggiore attività significherà nuove ondate di infezione, il distanziamento sociale ha dimostrato una delle il più efficace significa frenare la diffusione del virus.

Le stime del numero di persone in movimento sono state fatte utilizzando i dati forniti dalla società di analisi della posizione Cuebiq. I dati provengono da un campione rappresentativo di circa 15 milioni di utenti di smartphone a livello nazionale che hanno concordato di condividere i dati sulla loro posizione con determinate app, secondo la società. Poiché il campione è solo una parte della popolazione – e poiché non tutti negli Stati Uniti possiedono uno smartphone o ne portano uno con sé ovunque vadano – i numeri sono stime.

La percentuale di persone che rimangono a casa varia da stato a stato, con alcuni stati che vedono cali più significativi nei rifugi.

Nei luoghi in cui gli ordini in tutto lo stato hanno continuato a limitare i movimenti delle persone e a chiudere le attività commerciali, come New York e il New Jersey, sempre più persone hanno continuato a rimanere a casa. Negli stati che avevano iniziato a riaprire lentamente, tra cui la Carolina del Sud e la Florida, una percentuale maggiore di persone si avventurò fuori.


Riparo negli stati con gli ordini di soggiorno a casa in vigore

Nota: questi stati avevano gli ordini in atto anche se venerdì 8 maggio, ma da allora potrebbero averli sollevati.

Nessuno stato ha visto un calo maggiore della percentuale di persone che rimangono a casa la scorsa settimana rispetto al Michigan, anche se il suo ordine di soggiorno è rimasto in vigore. Mentre la metà dei residenti dello stato è rimasta in media a casa durante le sei settimane precedenti, quel numero è diminuito di quasi 11 punti percentuali la scorsa settimana, poiché circa un milione di persone ha iniziato a muoversi di nuovo.

L’Arizona ha registrato il calo più basso del numero di persone che rimangono a casa nel paese, con una differenza di soli cinque punti percentuali la scorsa settimana rispetto alla media delle sei settimane precedenti.


Riparo negli stati riaperti la scorsa settimana

Nota: gli ordini di soggiorno in questi stati sono stati revocati dal 1 maggio all’8 maggio.

Gli Stati i cui ordini di chiusura sono stati revocati a partire dal 1 ° maggio hanno visto la percentuale di persone rimaste a casa scendere di ben nove punti percentuali la scorsa settimana, ma molte persone hanno continuato a rifugiarsi. Il Tennessee era l’unico stato di recente riapertura in cui meno del 30 percento delle persone rimaneva a casa.


Riparo negli stati che hanno riaperto prima

Nota: gli ordini di soggiorno in questi stati sono stati revocati entro il 30 aprile.

Alaska e Colorado hanno revocato gli ordini di chiusura alla fine di aprile ed entrambi hanno subito cali significativi nei rifugi. L’Alaska ha visto il maggior aumento di residenti che hanno deciso di lasciare le loro case – circa 10 punti percentuali o circa 73.000 persone.

Il Colorado aveva ancora la più alta percentuale media di persone che stavano a casa tra gli stati riaperti, al 37 percento, ovvero circa 2,1 milioni di residenti. Questo gruppo include anche il Mississippi, dove in media solo il 26% delle persone è rimasta a casa la scorsa settimana, la quota più bassa della nazione.


Riparare in stati che non hanno mai avuto ordini di stare a casa

Nota: questi stati non hanno emesso ordini in tutto lo stato per rimanere a casa ma potrebbero aver avuto altre restrizioni in atto.

Alcuni stati non hanno mai ordinato ai residenti di rimanere a casa. In nessuno di questi stati oltre il 40 percento dei residenti è rimasto costantemente a casa.


Riparo nelle aree urbane, suburbane e rurali

Le persone che vivono nelle aree rurali spesso hanno bisogno di viaggiare più lontano per esigenze di base come la spesa, e il numero di persone che soggiornano in queste aree era in genere inferiore a quello delle aree suburbane o urbane. Ma ciascuno ha visto la percentuale di persone al riparo cadere all’incirca la stessa quantità. La percentuale di persone che sono rimaste a casa nelle aree rurali la scorsa settimana era solo di circa 8 punti percentuali in più rispetto a prima dell’epidemia.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments