Friday, October 30, 2020
Home Gli sport Non so se sarò in giro fino alla prossima Ashes: James Anderson

Non so se sarò in giro fino alla prossima Ashes: James Anderson

1,2147661-190.665.446

L’inglese James Anderson, il più alto tra i rapitori di bowling veloci nel Test cricket, vuole continuare a giocare fino a quando il suo corpo “si sente bene”.
Credito di immagine: AP

Dubai: James Anderson, il principale inglese che ha preso il wicket taker in Test e One-Day Internationals (ODIs), non è sicuro se sarà presente per la serie Ashes del prossimo anno.

In un’intervista con Amanda Davies della CNN su Instagram Live, Anderson ha ammesso che mentre è disperato di uscire e giocare, è anche preoccupato di riavviare lo sport durante l’attuale situazione di pandemia.

Il tour dei cinque test match inizierà nel novembre 2021 e terminerà nel gennaio 2022 con l’Inghilterra che affronterà i padroni di casa al Gabba, Adelaide Oval, il WACA Ground, il Melbourne Cricket Ground e il Sydney Cricket Ground.

“Ad essere onesti, non so nemmeno se riuscirò ad arrivare alla prossima serie di Ashes. Per me, si tratta del prossimo gioco e di ciò che posso controllare. Non mi piace guardare troppo avanti “, ha detto Anderson a Davies.

“Non sai quando subirai il tuo prossimo infortunio come bombetta, specialmente per me negli ultimi mesi e negli ultimi due anni”, ha aggiunto.

Ora, 37, “Il re dell’altalena”, come è noto, è il principale vettinatore di tutti i tempi tra i lanciatori veloci che supera i 563 wicket dell’australiano Glenn McGrath. Detiene anche il record della maggior parte dei wicket per l’Inghilterra sia nel Test che nel cricket ODI mentre diventa l’unico bowler inglese, e il sesto in assoluto, a superare 500 wicket nelle partite Test.

Da quando ha fatto il suo debutto nel Test per l’Inghilterra esattamente 17 anni fa (22 maggio 2003) contro lo Zimbabwe, Anderson ha continuato a portare 584 wicket nei Test e altri 269 in ODIs per il suo paese. Ma il 37enne non sa ancora per quanto tempo può continuare.

“Adoro giocare a cricket ed è quello che farò il più a lungo possibile. Se potessimo vincere in Australia, sarebbe fantastico e – è difficile dirlo perché è molto più avanti – ma se riuscissi a giocarci e vincessimo, ovviamente dovrei vedere com’era il mio corpo a quel punto, ma potrebbe essere un bel modo di uscire ”, ha detto.

“Finché avrò quell’amore per questo, continuerò. Non so quando, la pensione per me, potrebbero essere sei mesi, potrebbero essere sei anni, chissà. Ovviamente inizi a pensarci perché arrivi a una certa età. Questo è quando gli atleti e le donne dovrebbero ritirarsi, sui trent’anni “, ha aggiunto.

1,1643214-175.566.960

La “Vecchia ditta” di James Anderson (a sinistra) e Stuart Broad ha fornito un servizio inestimabile al cricket inglese nel corso degli anni.
Credito di immagine: Reuters

“Finché il mio corpo si sente bene, perché dovrei smettere solo perché è qui che le persone dovrebbero andare in pensione. Adoro vedere le persone andare sui 40 anni e continuare a esibirsi ai massimi livelli. Perché non posso farlo? ” Anderson interrogò.

Mentre personalmente “cerca disperatamente di uscire e giocare”, Anderson ha ammesso di pensare che sia naturale per i giocatori preoccuparsi di riavviare il cricket durante la pandemia globale di coronavirus.

“È solo una reazione umana essere nervosi per questa situazione. Abbiamo giocatori nella nostra squadra che hanno mogli incinte e la preoccupazione è che se riporteranno qualcosa “, ha offerto.

“Quindi penso che ciò che la BCE stia facendo è cercare di assicurarsi che davvero, davvero spuntare ogni casella possibile per assicurarsi che la sicurezza dei giocatori e del personale sia fondamentale e assicurarsi che tutto sia nel posto giusto, quindi se e quando unisciti a una squadra prima di iniziare a giocare, siamo più sicuri che possiamo “, ha aggiunto.

Anderson ha anche discusso di come il cricket dovrà adattarsi per evitare la diffusione di Covid-19, e questo include l’idea di vietare ai giocatori di usare la saliva per far brillare la palla.

“È una cosa enorme per me perché per far oscillare la palla, devi essere in grado di lucidare la palla e ripararla quando ci si graffia sopra … Sarà interessante vedere cosa fanno, ma sicuramente non ho ‘ non ho sentito niente “, ha accettato.

L’Inghilterra è stata aperta all’idea di giocare di fronte a nessun fan, in quanto e quando le autorità danno il via libera allo sport.

“Siamo fortunati (in Inghilterra) che la maggior parte delle partite di Test sono esaurite, sicuramente nei primi giorni, abbiamo grandi folle, quindi motivare te stesso non è un problema. Sei appena uscito di fronte a una casa piena ed è abbastanza facile alzarsi per una partita. Penso che potremmo doverci appoggiare gli uni agli altri come giocatori se non c’è folla lì, nessuna atmosfera, sentiamo il suono della pelle sul salice che echeggia attorno al terreno piuttosto che gli applausi “, ha raccontato.

Il giocatore di cricket era anche diffidente nei confronti del possibile impatto che il ritorno può avere su coloro che lo circondano, specialmente sulla sua famiglia. “Ne abbiamo parlato brevemente. E penso che fintanto che saranno in atto tutte le misure di sicurezza, allora sarò felice di tornare a giocare “, ha aggiunto.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments