Tuesday, September 29, 2020
Home Corona Virus Piccolo studio sulla clorochina interrotto per il rischio di complicanze cardiache fatali

Piccolo studio sulla clorochina interrotto per il rischio di complicanze cardiache fatali

Un piccolo studio in Brasile è stato interrotto presto per motivi di sicurezza dopo che i pazienti con coronavirus che assumevano una dose più elevata di clorochina hanno sviluppato frequenze cardiache irregolari che hanno aumentato il rischio di aritmia cardiaca potenzialmente fatale.

La clorochina è strettamente correlata al farmaco idrossiclorochina più ampiamente usato. Il presidente Trump li ha promossi con entusiasmo come potenziale trattamento per il nuovo coronavirus nonostante le scarse prove del loro funzionamento e nonostante le preoccupazioni di alcuni dei suoi massimi funzionari sanitari. Il mese scorso, la Food and Drug Administration approvazione di emergenza concessa per consentire agli ospedali di utilizzare la clorochina e l’idrossiclorochina dalla scorta nazionale qualora non fossero possibili studi clinici. Le aziende che producono entrambi i farmaci stanno aumentando la produzione.

Lo studio brasiliano ha coinvolto 81 pazienti ricoverati nella città di Manaus ed è stato sponsorizzato dallo stato brasiliano dell’Amazzonia. esso è stato pubblicato sabato presso medRxiv, un server online per articoli medici, prima di sottoporsi alla revisione tra pari di altri ricercatori. Poiché le linee guida nazionali del Brasile raccomandano l’uso della clorochina nei pazienti con coronavirus, i ricercatori hanno affermato che includere un placebo nel loro studio – considerato il modo migliore per valutare un farmaco – è stata una “impossibilità”.

Nonostante i suoi limiti, i medici delle malattie infettive e gli esperti di sicurezza dei farmaci hanno affermato che lo studio ha fornito ulteriori prove del fatto che la clorochina e l’idrossiclorochina, che sono entrambe usate per trattare la malaria, possono comportare danni significativi per alcuni pazienti, in particolare il rischio di aritmia cardiaca fatale. Ai pazienti dello studio è stata anche somministrata l’azitromicina antibiotica, che comporta lo stesso rischio cardiaco. Anche gli ospedali negli Stati Uniti utilizzano l’azitromicina per il trattamento dei pazienti con coronavirus, spesso in associazione con idrossiclorochina.

“Per me, questo studio fornisce un’informazione utile, che è che la clorochina provoca un aumento dose-dipendente di un’anomalia nell’ECG che potrebbe predisporre le persone alla morte cardiaca improvvisa”, ha detto il dottor David Juurlink, internista e capo della divisione di farmacologia clinica presso l’Università di Toronto, riferendosi a un elettrocardiogramma, che legge l’attività elettrica del cuore.

Circa la metà dei partecipanti allo studio ha ricevuto una dose di 450 milligrammi di clorochina due volte al giorno per cinque giorni, mentre al resto è stata prescritta una dose più elevata di 600 milligrammi per 10 giorni. Entro tre giorni, i ricercatori hanno iniziato a notare aritmie cardiache nei pazienti che assumevano la dose più alta. Al sesto giorno di trattamento, 11 pazienti erano deceduti, portando immediatamente alla fine del segmento ad alte dosi dello studio.

I ricercatori hanno affermato che lo studio non ha avuto abbastanza pazienti nella porzione a basso dosaggio dello studio per concludere se la clorochina era efficace nei pazienti con malattia grave. Altri studi che valutano il farmaco all’inizio del decorso della malattia sono “urgentemente necessari”, hanno detto i ricercatori.

Numerosi studi clinici per clorochina e idrossiclorochina stanno testando basse dosi per periodi più brevi nei pazienti con coronavirus. Ma la Commissione Sanitaria della Provincia del Guangdong in Cina aveva inizialmente raccomandato ai malati di virus di essere trattati con 500 milligrammi di clorochina due volte al giorno per 10 giorni.

Uno degli autori dello studio brasiliano, il Dr. Marcus Lacerda, ha detto in una e-mail domenica che il suo studio ha scoperto che “l’alto dosaggio che i cinesi stavano usando è molto tossico e uccide più pazienti”.

“Questo è il motivo per cui questo braccio dello studio è stato interrotto in anticipo”, ha aggiunto, aggiungendo che il manoscritto è stato rivisto dalla rivista Lancet Global Health.

Bushra Mina, capo sezione di medicina polmonare presso il Lenox Hill Hospital di Manhattan, ha affermato che lo studio probabilmente non cambierà la pratica del suo ospedale di dare un corso di cinque giorni di idrossiclorochina e azitromicina a pazienti ospedalizzati che non erano gravemente malati. La dott.ssa Mina ha affermato che i pazienti vengono monitorati quotidianamente per le anomalie cardiache e che i farmaci vengono sospesi se presenti.

Ha detto che lo studio ha mostrato “se hai intenzione di usarlo perché non hai alternative, quindi usalo con cautela”, ha detto.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments