Tuesday, October 27, 2020
Home Corona Virus Può il N.B.A. Torna indietro e resta indietro?

Può il N.B.A. Torna indietro e resta indietro?

Cosa N.B.A. Il commissario Adam Silver ha dichiarato di essere “la più grande sfida unica” che la lega abbia mai affrontato rimane anche la sua sfida più fluida.

All’inizio della sua teleconferenza venerdì sera con il N.B.A. La Players Association, Silver, ha dichiarato: “Da quando abbiamo interrotto la stagione, l’obiettivo è stato quello di riavviare la stagione”. Eppure è ancora solo un goal, a due mesi dalla sospensione del gioco, in parte perché nessuno – nemmeno Silver – è sicuro che la lega possa rimanere indietro, per così dire, una volta tornata.

“Nessuna decisione che prendiamo sarà senza rischi”, ha detto Silver ai giocatori, secondo una registrazione della teleconferenza rivista dal New York Times. “Vivremo con questo virus per il prossimo futuro”.

Immagina un N.B.A. riavviato stagione in luglio o agosto. Giocando di fronte a nuovi test positivi, trepidazione dei giocatori, previsioni cupe su una seconda ondata di infezioni, critiche da innumerevoli forze esterne e gli inevitabili ostacoli che non possiamo ancora individuare ancora – tutto appare come qualcosa di profondamente scoraggiante.

Sean Doolittle dei cittadini di Washington potrebbe anche aver parlato per molti dei suoi N.B.A. controparti lunedì quando ha rilasciato a Filo da 16 tweet mettere in discussione pubblicamente ciò che la Major League Baseball ha pianificato in termini di “protezioni per giocatori, famiglie, personale, addetti allo stadio e forza lavoro necessaria per riprendere una stagione”.

Il N.B.A., intendiamoci, non è senza speranza. Ci sono stati alcuni progressi reali nell’arena dei test, a partire dalla capacità di Orlando Magic di ottenere l’autorizzazione la scorsa settimana dai funzionari sanitari locali e dalla lega per testare giocatori asintomatici e membri dello staff. Dato che anche i Lakers e i Clipper riceveranno presto simili benedizioni a Los Angeles, la svolta di Orlando rende un po ‘più facile immaginare il N.B.A. raggiungendo un punto nelle prossime settimane in cui tutte e 30 le squadre possono amministrare i test liberamente senza preoccuparsi di fare test da segmenti di pubblico più bisognosi.

Una questione di gran lunga più spinosa per Silver, nel suo sport di contatto, sembra rispondere a una serie di domande sulla salute e la sicurezza simili a quelle di Doolittle poste con tanta forza agli anziani di M.L.B. Forse la resistenza non è universale, ma sicuramente ci sono N.B.A. giocatori preoccupati di tornare. La sessione di domande e risposte della chiamata di Silver è iniziata e si è conclusa con le lamentele di Chris Paul di Oklahoma City e Kyrie Irving delle reti che alcuni dei loro coetanei già sentono la pressione di tornare alle strutture di esercitazione di gruppo per gli allenamenti individuali in quello che sicuramente classificherà come il più palestre igienizzate sulla Terra in questo momento – anche se solo due squadre (Cleveland e Portland) avevano aperto le loro strutture di pratica al momento della chiamata.

“È un problema che i datori di lavoro di tutto il mondo dovranno affrontare”, ha dichiarato Michele Roberts, direttore esecutivo del sindacato, a Ramona Shelburne dell’ESPN la scorsa settimana. “Perché garantisco che ci sarà almeno un giocatore, se non molti di più, che avranno reali preoccupazioni sulla loro sicurezza.”

L’argento non vuole fare pressione. Ha chiarito al pubblico del venerdì che, sebbene non ci possa essere un ritorno senza rischi senza un vaccino contro il coronavirus, i giocatori non possono essere costretti a tornare al lavoro dai proprietari delle squadre o dall’ufficio della lega.

“Non prenderemo decisioni che non siano congiunte”, ha detto Silver.

Come ho consigliato per settimane, tieni d’occhio la Germania come possibile anteprima di ciò che attende la lega d’argento questa estate. La Bundesliga Soccer non è N.B.A. basket, ma la Bundesliga è una lega di statura globale e pronta a tornare in attività questo fine settimana con quelle che chiama “partite fantasma” – partite senza tifosi.

L’approccio Bundesliga prevede che qualsiasi giocatore o membro dello staff della squadra che risulta positivo al test venga messo in quarantena per 14 giorni, mentre il resto del gruppo continua.

Questo tipo di protocollo potrebbe funzionare su queste coste? N.B.A. i giocatori hanno davvero l’idea di presentarsi per la pratica o il gioco del giorno successivo dopo che uno o due compagni di squadra sono stati costretti alla quarantena? Le squadre del Nord America e i loro tifosi sono pronti ad accettare la possibilità che un giocatore stellare sia costretto a lasciare la squadra per un massimo di due settimane nel bel mezzo dei playoff come se avesse subito un infortunio più comune? I compagni di squadra del giocatore stella saranno disposti a giocare senza di lui?

Osiamo limitare la nostra attenzione a quelle domande sufficientemente inquietanti senza chiederci: cosa succede se qualcuno muore?

Non abbiamo ancora risposte dettagliate. Né, francamente, le autorità calcistiche tedesche, che sono almeno due mesi avanti rispetto al N.B.A. La Dynamo Dresden, nel secondo livello della Bundesliga, non tornerà in campo questo fine settimana come previsto, perché le autorità sanitarie locali hanno richiesto che l’intera squadra fosse messa in quarantena dopo due nuovi casi di coronavirus, annullando i funzionari della lega che avrebbero semplicemente isolato le persone che avevano testato positivo.

Quindi ripetiamo: tornare è una cosa. Restare indietro è un altro interamente.

Non c’è mistero, al contrario, sulle forze dietro la spinta per una conclusione per la stagione 2019-2020. Quasi l’80% del programma delle 82 partite è stato completato prima che il gioco fosse sospeso, ma incoronando un campione, come il N.B.A. è riuscito a fare in ciascuna delle sue precedenti 73 stagioni, è un obiettivo secondario a questo punto.

È una cosa di denaro tanto quanto qualsiasi altra cosa.

Silver ha detto ai giocatori che le entrate notturne dei tifosi rappresentano circa il 40 percento delle entrate annuali della lega, attirando l’attenzione sulle preoccupazioni relative alle conseguenze finanziarie di una stagione annullata: come ciò influenzerebbe il limite di stipendio, l’agenzia gratuita, i guadagni futuri e il esistenza dell’attuale accordo di contrattazione collettiva. La gravità della dichiarazione di Silver, con nessuno in campionato che si aspettava di vedere i fan nei suoi edifici prima del 2021, aveva bisogno di poca elaborazione.

Tuttavia, il calcolo del denaro rispetto alla sicurezza è più complicato che mai. I critici diranno che il N.B.A. è irresponsabile quando si affretta a tornare prima che ci sia un significativo sviluppo medico per combattere il coronavirus. I difensori reagiranno sottolineando che ci sono pochi benefici nell’attesa di un ritorno quando le condizioni potrebbero non essere più favorevoli in inverno di quanto lo siano in estate o in autunno.

Silver ha sottolineato ai giocatori che nessuna decisione deve essere presa prima del 1 ° giugno – che c’è ancora tempo – ma il tempo che passa sarà sicuramente molto più forte per tutti man mano che ci avviciniamo a luglio.

La matematica dovrà essere fatta ad un certo punto. Il solo conforto per i giocatori è che avranno una voce più forte del solito.

La valutazione molto personale implicita nel decidere “quanti rischi siamo tutti a nostro agio nel prendere”, come affermava Silver, non era l’idea di responsabilizzazione dei giocatori all’inizio della stagione. Ma eccoci qui.

Questa newsletter è la nostra newsletter. Quindi, ti preghiamo di valutare ciò che ti piacerebbe vedere qui. Per coinvolgere i tuoi amici e la tua famiglia che amano il cerchio, inoltra loro questa e-mail in modo che possano iniziare la conversazione. Se non sei un abbonato, puoi iscriverti qui.

Con 36 punti e 19 assist nel trionfo del Game 7 di Knicks sui Los Angeles Lakers nel 1970 N.B.A. Finali, Walt Frazier è uno dei soli quattro giocatori nella storia della lega a pubblicare almeno 20 punti e 10 assist in una partita 7 della serie di campionato della lega, secondo il riferimento basket. Gli altri:

  • Jerry West (42 punti, 12 assist e 13 rimbalzi nella sconfitta per Lakers 7 a Boston nel 1969)

  • James Worthy (36 punti, 10 assist e 16 rimbalzi nella vittoria della partita 7 dei Lakers contro Detroit nel 1988)

  • LeBron James (27 punti, 11 assist e 11 rimbalzi nella vittoria di Game 7 di Cleveland al Golden State nel 2016 per completare il ritorno dei Cavaliers da un deficit della serie 3-1 contro i Warriors 73 vincitori)

Nonostante tutta l’attenzione che la lesione alla coscia di Willis Reed nelle finali del 1970 continua comprensibilmente, non possiamo dimenticare che l’intervento al ginocchio ha limitato il Wilt Chamberlain dei Lakers a 12 partite in carriera durante la stagione regolare. Chamberlain ha disputato le ultime tre partite della stagione regolare dopo un’assenza di quattro mesi e poi è apparso in 18 partite post-stagionali per i Lakers, con una media di 22,1 punti e 22,2 rimbalzi.

Michael Jordan ha perso nove dei suoi primi 10 N.B.A. giochi playoff con i Chicago Bulls. La Giordania ha portato i Bulls a un punteggio di playoff del 95-31 vincendo sei campionati tra il 1991 e il 1998, anche se ha perso la N.B.A. del 1993-94. stagione giocando a baseball di classe AA per i baroni di Birmingham.

Con la Giordania in uniforme, Chicago è stata spinta solo a due Game 7 negli anni ’90 e ha vinto entrambi, superando i Knicks nelle semifinali della Eastern Conference del 1992 e sconfiggendo l’Indiana nelle finali della Eastern Conference del 1998.

Il N.B.A. ha incaricato i team di rifiutare l’ingresso alle strutture di pratica per chiunque registri una temperatura superiore a 99,1 gradi. La soglia era di 99,5 gradi per La Super Basketball League di Taiwan quando ha controllato i giocatori mentre entravano nel Centro di Addestramento di Pallacanestro HaoYu durante i recenti playoff di S.B.L.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments