Monday, June 1, 2020
Home Gli sport Shaun Torrente, campione del mondo di Powerboat F1, è pronto per una...

Shaun Torrente, campione del mondo di Powerboat F1, è pronto per una “vera azione”

Torrente

Shaun Torrente sta volando per il Team Abu Dhabi.
Credito d’immagine: Team Abu Dhabi

Dubai: Shaun Torrente, due volte campione del mondo in carica, è impaziente di “un po ‘di azione reale” mentre attende l’inizio del campionato mondiale UIM F1H2O 2020, qualche tempo dopo questa estate.

Torrente, che a malapena è tornato a casa a Miami prima che il mondo si chiudesse per arrestare la diffusione della pandemia di coronavirus, ha fatto tutto il possibile per essere al suo meglio quando la stagione inizia alla fine.

Ci sono stati colloqui iniziali per un riavvio delle attività di sport acquatici a seguito dell’apertura di alcuni dei principali eventi sportivi, soprattutto attraverso l’Europa. E Torrente, che ha avuto una meravigliosa opportunità di stare con la moglie Flavia e la figlia Isabella durante questo periodo di blocco, spera che presto inizieranno anche i powerboating in F1.

Shaun Torrente (a sinistra) e il compagno di squadra Thani Al Qamzi

Shaun Torrente (a sinistra) e il compagno di squadra Thani Al Qamzi
Credito di immagine: fornito

“Immagino sia stata una buona cosa passare così tanto tempo con la famiglia. Ma sono un professionista come qualsiasi altro sportivo e la mia sensazione è che voglio solo andare là fuori in acqua e svolgere un lavoro che tutti noi amiamo così tanto “, ha detto Torrente agli Stati Uniti.

“L’idea di base sarebbe quella di competere di nuovo. Ma questa è la sfida più grande al momento, dato che non c’è competizione in qualsiasi parte del mondo. Abbiamo corso online e cose del genere, ma non è la cosa reale. “

Al suo debutto nel 2007, Torrente è considerato uno dei piloti più dinamici sul circuito del motoscafo F1 grazie al suo atteggiamento audace e alla sua capacità di pensare fuori dagli schemi in varie situazioni. Il suo primo successo sul circuito UIM F1 è arrivato nel 2013, quando ha finito il secondo posto in classifica.

Il residente di Miami ha quindi lottato per un allestimento perfetto con due terzi posti consecutivi in ​​altrettante stagioni prima di passare al Victory Team di Dubai. Ma il Team Abu Dhabi è venuto a chiamare e l’americano ha prosperato raccogliendo la sua prima corona mondiale alla fine del 2018 al Grand Prix di Sharjah di fine stagione.

La scorsa stagione, è stato sfidato fino in fondo, ma è riuscito a recuperare il suo titolo mondiale nonostante fosse stato identificato con 79 punti identici con Jonas Andersson del Team Svezia. “Questa volta è stata dura per la mentalità e, nonostante ciò, penso di aver cercato di essere praticamente pronto per tutto ciò che potrebbe venire sul nostro programma. Ero pronto per andare in Arabia Saudita e iniziare la stagione a marzo, e poi il mondo si è fermato ”, ha detto Torrente.

“La parte più difficile al momento è che non sappiamo quando le gare ricominceranno. Quindi, fino ad allora, dobbiamo tutti aspettare che gli esperti medici ci diano cosa fare mentre continuiamo a stare al sicuro a casa prima che io possa avere di nuovo delle vere azioni “.

La stagione 2020 doveva iniziare con il Grand Prix dell’Arabia Saudita a Jeddah dal 17 al 21 marzo, seguito da due tappe in Europa a Portimao, in Portogallo, ed Evian, in Francia, a maggio e giugno. Le prossime quattro gare erano state programmate in Asia con la Cina che ospitava i turni quattro e cinque a settembre e ottobre prima di altri due turni in Asia, seguiti dal tradizionale finale di stagione a Sharjah dal 16 al 19 dicembre.

“Onestamente, per un giorno o due dopo che l’Arabia Saudita non è avvenuta, non sapevo cosa ci avesse colpito esattamente. Non sapevo cosa fare “, ha detto Torrente.

“Stare a casa per così tanto tempo è stato anche strano. Da quanto ricordo questo non è mai stato il caso con me da molto tempo. Certo, è bello essere a casa con le ragazze, ma allo stesso tempo, sento il bisogno che dovremmo continuare con una vita a cui ero così abituato. All’inizio, mi è sembrato strano dato che ero così abituato ad andare e venire sempre di corsa. Ho sempre pensato: “Cosa faremo dopo, dove testeremo, ecc. Ecc.” “

Tuttavia, dopo essere venuto lentamente a patti con il blocco, Torrente ha utilizzato il suo tempo. “Sono andato in palestra ieri per la prima volta e ho scoperto che è stato fantastico. Devo essere mentalmente forte e duro, poiché anche gli altri ragazzi sono ugualmente determinati ad andare avanti non appena viene dato il segnale “, ha detto.

“Ho avuto alcuni progetti in sospeso e sto lavorando su quelli ora. Non sappiamo quando possiamo iniziare, ma almeno sappiamo che dobbiamo prepararci e rimanere preparati. Onestamente, sto solo aspettando di tornare sulla mia barca da regata. Quando fai qualcosa da quando lo faccio, ti abitui a quella routine e ti abitui a quel lasso di tempo. Ero pronto per quella prima gara per iniziare la mia difesa del titolo, e all’improvviso non ci fu più nulla.

“Voglio andare là fuori e ottenere un po ‘di vera concorrenza.”

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments