Friday, September 25, 2020
Home Corona Virus Uomo di New York accusato di frode nei test domestici di Coronavirus

Uomo di New York accusato di frode nei test domestici di Coronavirus

Un uomo di New York sta affrontando accuse di frode dopo aver indotto diverse persone ad acquistare kit di test rubati per il coronavirus e poi non ha mai dato loro i risultati, hanno detto le autorità giovedì.

L’uomo, Henry Gindt II, 34 anni, ha venduto i kit di test per un massimo di $ 200 ciascuno attraverso il suo sito Web di telemedicina YouHealth, che è servito da facciata per lo schema, secondo una denuncia penale non ancora aperta nel tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Pittsburgh.

Gli investigatori hanno affermato che Gindt si era travisato come collegato a un laboratorio certificato che avrebbe inviato alla gente i loro risultati dopo che quei clienti avevano raccolto campioni nasali con un tampone.

Insieme ai kit di test, i clienti hanno ricevuto questionari sui loro sintomi e le etichette di spedizione prepagate per il laboratorio fasullo, secondo le autorità, che hanno dichiarato di essere stati informati di un residente nella Pennsylvania occidentale che ha ricevuto un’e-mail dal signor Gindt che pubblicizzava la casa test.

Mr. Gindt è stato accusato di frode postale, frode via cavo e cospirazione per commettere frode postale e via cavo, ha affermato Scott W. Brady, procuratore degli Stati Uniti per il distretto occidentale della Pennsylvania. Brady ha avvertito giovedì che le forze dell’ordine erano alla ricerca di frodi legate ai virus.

“Lascia che questo sia un messaggio per chiunque voglia truffare i nostri concittadini durante questa pandemia: il Dipartimento di Giustizia agirà rapidamente per interrompere il tuo piano e poi ti arresteremo”, ha dichiarato Brady in una nota.

Ciascuna delle accuse contro Mr. Gindt comporta una pena massima di 20 anni di carcere e una multa di $ 250.000. È comparso brevemente alla Corte distrettuale degli Stati Uniti a Pittsburgh giovedì ed è stato rilasciato con un prestito di $ 50.000.

Mr. Gindt, che non ha ancora aderito a una richiesta, non ha risposto immediatamente ai messaggi di telefono e e-mail che chiedono un commento giovedì. Non era immediatamente chiaro se avesse un avvocato.

Un agente speciale dei servizi segreti statunitensi ha dichiarato nella denuncia penale che il signor Gindt si era identificato come un “funzionario della Casa Bianca” sulla piattaforma aperta online Medium.

L’agente speciale, Chase A. Clowser, ha dichiarato di aver acquistato un kit di test a domicilio dal signor Gindt per $ 195 e di aver rintracciato il kit in un laboratorio in Georgia attraverso il suo numero di lotto. L’amministratore delegato della società ha dichiarato al signor Clowser che un ex dirigente di laboratorio era stato licenziato per la vendita non autorizzata di kit di test e aveva preso 50 dei kit senza autorizzazione, secondo la denuncia.

L’ex dirigente del laboratorio è stato identificato dalle sue iniziali, un numero di telefono e un indirizzo e-mail nella denuncia, in cui si diceva che fosse stato il responsabile operativo del laboratorio. Era stato citato in rapporti di notizie sullo sviluppo di kit di test domestici per il coronavirus, secondo la denuncia.

La stessa persona è stata anche quotata su un conto FedEx che è stato utilizzato per inviare i kit di test che le persone hanno ordinato al signor Gindt, e quella persona ha ricevuto due depositi bancari a marzo che erano collegati allo schema di laboratorio, ha detto il reclamo.

Raggiunto giovedì sera, l’ex dirigente ha dichiarato di non essere a conoscenza di alcun test rubato o venduto senza autorizzazione. Non ha risposto a ulteriori domande.

Nessun altro è stato accusato nel caso. Un portavoce dell’ufficio del procuratore degli Stati Uniti a Pittsburgh ha detto giovedì che era un’indagine in corso.

L’amministratore delegato del laboratorio in Georgia, che è stato segnalato dalle sue iniziali nella denuncia penale, non ha risposto immediatamente alle richieste telefoniche ed e-mail per un commento giovedì notte.

Le accuse contro Mr. Gindt sono tra le ultime accuse di condotta illegale legate alla pandemia di coronavirus.

A marzo, un uomo di Brooklyn è stato accusato di aver mentito agli agenti federali per la riduzione dei prezzi. Le autorità hanno detto che l’uomo, Baruch Feldheim, 43 anni, aveva accumulato 192.000 respiratori N95, 130.000 maschere chirurgiche e quasi 600.000 guanti per uso medico, che sono stati reindirizzati agli operatori sanitari di New York e New Jersey.

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments