Friday, December 4, 2020
Home Gli sport Wasim Akram è stato il più duro da affrontare a causa della...

Wasim Akram è stato il più duro da affrontare a causa della sua varietà, ritiene Romesh Kaluwitharana

Wasim Akram potrebbe davvero far parlare la palla, secondo l’ex guardiano dello Sri Lanka Romesh Kaluwitharana.
Credito di immagine: AFP

Dubai: Romesh Kaluwitharana, l’apri aggressivo delle dimensioni di una pinta dello Sri Lanka che era solito creare paura tra i lanciatori dalla fine degli anni Ottanta all’inizio del 2000, considera il Wasim Akram del Pakistan come il pacer più ingannevole e più duro che abbia mai affrontato.

Gulf News ha partecipato alla sessione interattiva della Desert Cubs Cricket Academy con Kaluwitharana mercoledì sera su Zoom, in cui il vimini-battitore ha dato una visione sincera di alcuni dei grandi giocatori e dei tratti che lo hanno reso il battitore più chiacchierato durante i suoi giorni – durante il quale è stato anche un membro chiave dello Sri Lanka vincendo la Coppa del Mondo nel 1996.

Parlando di Akram, l’apripista ha dichiarato: “Akram è stato il pacer più duro a cui giocare a causa della varietà di consegne che ha prodotto. In 10 oltre, potrebbero esserci almeno 30-40 diversi tipi di consegne. Era anche molto ingannevole. A volte correva nascondendo la palla sulla schiena, a volte la palla era nascosta dietro la manica.

“Ci sono state occasioni in cui avrebbe avuto una corsa molto breve e avrebbe persino prodotto lo swing inverso. In breve, ha avuto la possibilità di intrappolarti in qualsiasi momento attraverso questi diversi trucchi. È stato semplicemente fantastico. ”

Tenere i wicket per Murali è stato il momento più felice della mia vita. È il più grande giocatore di wicket perché ha lavorato così duramente. Era solito lanciarsi continuamente sulle reti per due o tre ore.

– Romesh Kaluwitharana

Kaluwitharana, che teneva i wicket per il più alto malvagio al mondo Muttiah Muralitharan, rivelò anche come poteva leggere il suo giro ingannevole. “Tenere i wicket per Murali è stato il momento più felice della mia vita. È il più grande giocatore di wicket perché ha lavorato così duramente. Era solito lanciarsi continuamente sulle reti per due o tre ore. Si sarebbe quindi esercitato con me – mostrando tutti i diversi tipi di consegne. Ero solito scegliere la palla dalla sua posizione al polso e quindi potevo tenerlo per tutti i tipi di consegne, incluso il suo doosra. “

Ricordando il successo della Coppa del Mondo in Sri Lanka nel 1996, ha parlato di come la combinazione tra lui e l’apripista Sanath Jayasuriya abbia dato inizio allo Sri Lanka. “Quello era un momento in cui il gioco stava subendo un cambiamento. Abbiamo deciso di provare qualcosa di speciale. Ci siamo fidati delle nostre capacità e soprattutto ci siamo divertiti a giocare come una combinazione. Abbiamo fatto tutte le piccole cose giuste ed eseguito perfettamente per i nostri ruoli. Non ci siamo mai sotto pressione pensando a cosa sarebbe successo se avessimo perso una partita. Ci siamo supportati a vicenda e nel processo abbiamo creato la storia. ”Ndid

Kaluwitharana ha quindi invitato tutti i giovani (c’erano 115 partecipanti) a uscire sempre a battere con uno stato d’animo positivo. “Non uscire a pipistrello pensando che potresti uscire rapidamente o che hai alcuni punti deboli. Quando esci, fai esplodere quella bolla di dubbi e poi fai pipistrello “, ha consigliato.

“Ho avuto un’infanzia molto dura. Ho perso mio padre molto presto, ma era sua ambizione vedermi diventare un buon giocatore di cricket. Ho lavorato duramente per realizzare la sua ambizione. A 19 anni, sapevo di avere qualcosa in me che può aiutarmi a riempire l’ambizione di mio padre. Ho fatto tutte le cose giuste che erano necessarie per diventare un buon giocatore. La scelta per tutti è la stessa. Se vuoi avere successo, sii disciplinato e rimani concentrato e lavora sulle tue capacità e forma fisica “, ha detto.

Presley Polonnowita, Head Coach dei Desert Cubs, ha dichiarato in seguito: “Kaluwitharana è la prima delle molte sessioni interattive che abbiamo pianificato con grandi cricket. Volevamo mantenere ispirati i nostri studenti durante questa fase di blocco e abbiamo trovato questo come il modo migliore. Abbiamo il filatore indiano Ravichandra Ashwin per il 24 aprile, seguito dalla sessione dell’arbitro Ruchira Palliaguru sulle leggi del gioco il 26 aprile, un’altra con il nazionale dello Sri Lanka, Chamara Kapugedara, il 29 aprile. “

News Hat
Newshat.net is an Italian News and Media Website. Here you get Worldwide News on Sports, Entertainment, Corona Virus, Crime, Hollywood and Bollywood in the Italian Language.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments